UFFICIALE - Un attaccante siciliano all'Arzignano Valchiampo

02.08.2020 11:00 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Fonte: Sito ufficiale Arzignano Valchiampo
Vincenzo Calì
Vincenzo Calì

 L 'Arzignano Valchiampo comunica ufficialmente l’accordo raggiunto con il nuovo attaccante: si tratta di Vincenzo Calì. Nato ad Agira, in Sicilia, il 02 settembre 1994, si tratta di una prima punta centrale (185 cm di altezza per 80 kg di peso forma): dopo il debutto tra i professionisti col Sudtirol, nel 2011 (1 presenza), e la maturazione nella Primavera del Siena per due stagioni (26 presenze complessive e 1 gol), si mette in luce in Serie D dal 2012 in poi, andando ripetutamente in doppia cifra. Lo ha fatto con le maglie di Mezzocorona 30 presenze e 12 gol), Villafranca (33 presenze e 10 gol), Levico (62 presenze, 20 gol) e Union Feltre (61 presenze e 15 gol). Nell’ultima stagione ha fatto le fortune del Campodarsego, con cui ha vinto il Campionato di Serie D con 24 presenze e 11 gol. Dopo il ritorno di Forte, il ds Serafini piazza il colpo e porta ad Arzignano un giocatore di spiccate doti realizzative che nelle ultime stagioni è sempre andato in doppia cifra con Campodarsego, Feltre, Levico e Villafranca.  A lui va un grandissimo in bocca al lupo per questa nuova avventura in gialloceleste.

“Non ho avuto dubbi ad accettare questa opportunità –spiega Calì- poiché l’interesse della società è stato forte fin da subito. Sia il direttore che il mister hanno dimostrato di volermi fortemente, e trovare l’accordo è stato facilissimo. Sono venuto in una società che lavora benissimo, e lo ha dimostrato in questi anni. Sono felice di essere entrato a far parte di questo progetto e cercherò di dare il mio massimo per questa realtà. Ai tifosi chiedo di starci vicino, di sostenerci durante la stagione: Forza Arzignano”. “E’ una punta centrale –spiega il ds Mattia Serafini- che fa della fame e cattiveria le sue caratteristiche più importanti. Conosce bene il nostro campionato e ci tornerà molto utile. E’ un attaccante molto mobile, bravo pure spalle alla porta e nel colpo di testa. Lo definirei un rapace dell’area di rigore”A Vincenzo tutta la società intende rivolgere un grandissimo benvenuto in gialloceleste, e un grande in bocca al lupo per il campionato che lo aspetta, assieme ai suoi compagni.