Taranto, il punto della situazione dopo le dimissioni del Presidente Massimo Giove

02.12.2019 11:00 di Massimiliano Fina   Vedi letture
Taranto, il punto della situazione dopo le dimissioni del Presidente Massimo Giove

Come un fulmine a ciel sereno in una domenica pomeriggio... ore 18 circa, il Taranto ha pubblicato una nota societaria: "Massimo Giove si è dimesso". Scelta seguente al secondo ko consecutivo o idea maturata da diverso tempo? Potrebbero essere queste le domande a cui hanno tentato di rispondere i tifosi cercando di capire le motivazioni che hanno spinto a prendere questa decisione... un comunicato che ha gettato "nello sconforto" i tanti tifosi che credevano fermamente nella promozione in C, perchè stanchi di rimanere in una categoria che al Taranto non appartiene.

Arriviamo all'ultimo periodo dei rossoblù, le ultime sei gare da quando siede sulla panchina Luigi Panarelli: il Taranto veniva da quattro vittorie consecutive, in cui aveva dimostrato organizzazione, trame di gioco che non si erano viste nella gestione precedente, ma soprattutto una voglia e una determinazione diverse dal solito. Poi... il blackout: buio pesto con il Gravina allo Iacovone, e la vetta che pian piano comincia ad allontanarsi, complice la vittoria del Bitonto nel recupero contro il Grumentum valevole per la 12^ giornata. E ieri? E' arrivata la doccia fredda al Vito Curlo di Fasano, dopo un discreto primo tempo disputato dalla formazione di Panarelli. Nel secondo tempo è come se si fosse spenta la luce e anche dalle sostituzioni non è arrivata quella marcia in più che avrebbe potuto permettere di cambiare in qualsiasi momento l'andazzo della partita: una squadra molle, che passeggiava in campo... alle volte spaesata.

FASE DI PRESSIONE - Sabato ci sarà la Nocerina e bisogna ripartire! Una cosa è certa, secondo quanto appurato dalla nostra Redazione. L'allenatore del Taranto non è in discussione ed è assolutamente impossibile un ritorno di Nicola Ragno sulla panchina rossoblù. Il mister tarantino ha la fiducia totale della squadra e del Direttore Generale Gino Montella, e proverà a lavorare sull'aspetto mentale, che è "l'unico problema" che al momento affligge la banda rossoblù. La giornata odierna potrebbe essere intesa come "una giornata di riflessione", e tra domani e mercoledì dovrebbero esserci degli aggiornamenti per cercare di riportare un po' di sereno dopo il ko di Fasano e le seguenti dimissioni del Presidente rossoblù.