SN Notaresco nella storia: 11 vittorie consecutive è record stagionale dalla A alla D. Nel mirino ora la Sicula Leonzio

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
19.11.2019 14:30 di Marco Piccinni   Vedi letture
SN Notaresco nella storia: 11 vittorie consecutive è record stagionale dalla A alla D. Nel mirino ora la Sicula Leonzio

E chi l'avrebbe mai potuto pronosticare che il San Nicolò Notaresco, arrivati a metà Novembre, avrebbe realizzato il record nazionale stagionale di vittorie consecutive. Gli undici trionfi consecutivi dalla seconda alla dodicesima Giornata, rappresentano infatti la striscia di vittorie più lunga fatta registrare sin qui dalla Serie A alla Serie D. Prima eguagliato e poi superato il precedente record stagionale che apparteneva al Palermo, capace di vincere le prime dieci gare nel Girone I, per poi arrendersi in casa al Savoia, all'undicesima Giornata.
Qualcosa di straordinario, che per il sodalizio del Presidente Salvatore Di Giovanni è valso un più che logico primo posto nel Girone F di Quarta Serie, con 33 punti conquistati sui 36 disponibili e un vantaggio di +4 sulla Recanatese seconda e di +12 sul Montegiorgio terzo. I rossoblù vantano anche il miglior attacco del loro raggruppamento (25 gol siglati) e la terza miglior difesa (12 i gol incassati). Un primato per nulla casuale, che nasce dalla competenza e dalla serietà di una Società sana e capace di allestire un organico di prim'ordine. A cominciare dalla garanzia rappresentata da un certo Paolo Ginestra, prossimo ai 41 anni e ancora decisivo tra i pali come da ragazzino. Passando poi per l'esperienza di atleti che con il dilettantismo c'entrano ben poco; parliamo di Calciatori del calibro di Marco Pomante, Davide Salvatori, Mattia Frulla, lo stesso Giacomo Romano, fino ad arrivare al "Sindaco", nonché trascinatore autentico di questo gruppo, che risponde al nome di Marco Sansovini. 7 reti in 11 gare giocate, il bottino sin qui concretizzato da un uomo che, a 39 anni, non ha nessuna intenzione di smettere di segnare e stupire tutti, raccogliendo applausi su ogni campo, capace ancora di giocate da campione, grazie anche ad una tenuta psico-fisica invidiabile, che gli consente di fare ancora ed ampiamente la differenza. Sono questi uomini qui a fare da "chioccia" ad un manipolo di giovanissimi che mettono gambe, cuore e qualità, imparando dai compagni più in là con l'età. Ragazzi dei quali sentiremo sicuramente parlare e che stanno rendendo ben al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Da Gallo a Ghiani, passando per Di Stefano, Mele, Blando, MarcelliGaetaniCancelli, Liguori, e Ikramellah, fino ad arrivare a tanti altri ragazzi di buonissime speranze sapientemente gestiti ed allenati da Mister Roberto Vagnoni. Il 51enne tecnico sambenedettese, ex trainer, tra le altre, di Montegiorgio, Jesina e Castelfidardo, si sta producendo in un vero e proprio capolavoro, incastonato in un ambiente dove sussistono tutti i presupposti tecnici, ambientali e societari per fare Calcio in un certo modo e ad alti livelli.
Adesso non è più tempo di nascondersi e anche se non si è partiti con l'obiettivo di fare un campionato di vertice, l'appetito è venuto mangiando come si suol dire e i rossoblù abruzzesi intendono continuare a correre, a divertirsi e a sorprendere tutti cercando di arrivare il più lontano possibile, con la medesima mentalità.
Nel mirino non ci può che essere il record storico di vittorie consecutive mai registrato in Serie D, appartenente alla Sicula Leonzio, che riuscì ad inanellarne ben 15 nella Stagione 2016/17. Servirebbero altri quattro successi in serie, a Sansovini e compagni, per poter eguagliare questo dato, altri cinque per poter arrivare a quota 16 ed entrare ancor di più nella storia, con la consapevolezza che, ciò che conti di più in assoluto, rimanga ritrovarsi davanti a tutti in classifica nel tardo pomeriggio del prossimo 3 di Maggio.
Ma nel frattempo, continuare a sognare non costa nulla e tra il SN Notaresco ed il record dei siciliani, ci sono le ultime cinque sfide del Girone d'Andata. Vincendole tutte sarebbe record assoluto, con 16 trionfi di fila. Saranno nell'ordine Montegiorgio, Chieti, Real Giulianova, Sangiustese e Atletico Terme Fiuggi, le prossime cinque avversarie della capolista, con teatini e sangiustesi che saranno di scena al "Vincenzo Savini", mentre gli altri tre confronti saranno giocati rispettivamente a Montegiorgio, Giulianova e Fiuggi. Un calendario ben delineato e che, a rigor di classifica, va a rappresentare un percorso che potrebbe realmente portare il SN Notaresco a centrare questo storico record.

La compagine teramana però, non intende fare programmi a lungo termine, concentrandosi Domenica dopo Domenica, partita dopo partita, continuando a prefissarsi come primo "step" il raggiungimento della salvezza, ormai quasi centrato già a fine Girone d'Andata. Un pensiero che trova corrispondenza piena nelle parole del DS rossoblù Paolo D'Ercole, intervenuto sulle colonne de 'Il Messaggero', dichiarando: «È una soddisfazione enorme l'aver ottenuto undici vittorie consecutive. Ad oggi, però, abbiamo soltanto raggiunto questo bellissimo record e dobbiamo continuare a lavorare per tagliare ulteriori traguardi. Fino a qualche settimana fa, quando si discuteva del SN Notaresco, sentivo accostare la parola "fortuna" alla nostra squadra; adesso, invece, non lo fa più nessuno. Tutta questa situazione è il frutto di un grande lavoro e di un grande gruppo, diretto magnificamente da Mister Roberto Vagnoni e dal suo Staff. Noi siamo felicissimi, sicuramente non ci aspettavamo queste undici vittorie perché siamo partiti con un obiettivo diverso che, tra l'altro, dobbiamo ancora ottenere. Ovviamente, siamo molto vicini al raggiungimento della nostra meta e, una volta che ci saremo assicurati i 42 punti di cui abbiamo bisogno, vedremo quale sarà il prossimo obiettivo da prefissarsi e cercare di raggiungere».

Parole alle quali fanno da eco quelle del DG notareschino, Alfredo Natali: «È un avvio di Stagione splendido. Tutto l'ambiente ci sta dando una grandissima mano, dai tifosi che sono eccezionali allo Staff Tecnico e Dirigenziale fino ai collaboratori che lavorano per rendere il manto erboso del "Vincenzo Savini", un biliardo. Noi continuiamo a crederci, ma rimanendo sempre con i piedi per terra. L'umiltà e il lavoro sono le armi che, fino ad ora, ci hanno permesso di raggiungere questi traguardi».
Interpellato sul "tema-mercato", Natali aggiunge: «Sansovini al Castelnuovo? Smentisco categoricamente! Marco è il nostro uomo-immagine, il nostro emblema e rimarrà con noi almeno fino al termine di questo campionato. Per quanto riguarda eventuali movimenti in entrata invece, andremo senz'altro a prendere un centrocampista che sappia calarsi in questa nostra realtà, senza però fare grossi stravolgimenti in seno all'attuale organico».