Recanatese e Notaresco in testa a +5 sulle inseguitrici: è lotta a due?

08.10.2019 09:00 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
© foto di Giovanni Padovani
Recanatese e Notaresco in testa a +5 sulle inseguitrici: è lotta a due?

Ad un mese dall’inizio del torneo, anche se ancora prematuramente, possono già essere stilati i primi bilanci, soprattutto riguardanti le squadre in testa alla classifica. Nel Girone F, vinto l’anno scorso dalla nobile decaduta Cesena, spiccano due formazioni che stanno viaggiando a braccetto in vetta alla graduatoria: si tratta della Recanatese di Federico Giampaolo e del San Nicolò Notaresco​​​ di Roberto Vagnoni. 15 punti ciascuna, frutto di sei vittorie e una sconfitta e testa della classifica condivisa con cinque punti di vantaggio su Vastogirardi, Porto Sant’Elpidio, Vastese e Montegiorgio, tutte appaiate a quota 10. Nessuna sorpresa per quanto riguarda i leopardiani, arrivati terzi lo scorso campionato e con ambizioni di vertice proclamate nel corso dell’estate, con innesti giovani e di qualità (vedi il centrocampista classe 2002 Lombardi), ma anche con importanti conferme: su tutte spicca quella del bomber Manuel Pera, lo scorso anno vice-capocannoniere del torneo e già a quota quattro reti segnate, ma anche quella del centrocampista goleador Davide Borrelli e del giovane portiere Sprecacè, messosi in grande evidenza già nella passata stagione. A questo si aggiunge l’esperienza in panchina di Federico Giampaolo, protagonista due anni fa della cavalcata dell’Avezzano fino ai play-off, e già perfetto condottiero di questa macchina presieduta da Adolfo Guzzini e preparata meticolosamente dal direttore tecnico José Cianni, che tra colpi in entrata e importanti conferme, ha già dimostrato quanta voglia ci sia di regalare ai leopardiani un’annata storica, ancora più bella di quella della scorsa stagione targata Marco Alessandrini, centrando l’impresa della promozione in Serie C. Per farlo, però, bisognerà fare i conti con le ritrovate ambizioni del San Nicolò, che, dopo aver sfiorato i play-off nella passata annata, quest’anno ha alzato ancora di più l’asticella, puntando su giovani talenti ma soprattutto sulla classe e sull’esperienza dell’attaccante Marco Sansovini, in passato autentico baluardo della Serie B. Partita ad handicap con l’inaspettata sconfitta casalinga contro il neopromosso Vastogirardi, la squadra si è subito riassestata, inanellando quattro vittorie consecutive, tra cui quella pesantissima nello scontro diretto proprio contro la Recanatese al Tubaldi, segno di come anche la squadra di Vagnoni sia una seria pretendente alla vittoria finale. La sensazione, insomma, è che saranno queste due compagini a contendersi il primato del Girone F fino alla fine del torneo: il Matelica, seconda forza dello scorso campionato e dato tra le papabili per la vittoria finale, pare infatti lontana parente della corazzata ammirata nell’ultima annata e le squadre sopracitate, pur distanti pochi punti, non sembrano avere a disposizione organici in grado di impensierire le prime delle classe. Ma siamo soltanto all’inizio: la Serie D, infatti, ha già insegnato in passato che le sorprese sono sempre dietro l’angolo.