Qui si fa la storia: Vastogirardi-O. Agnonese, primo storico Derby altomolisano in Serie D

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
19.10.2019 14:30 di Marco Piccinni   Vedi letture
Stadio 'Civitelle' - Agnone
Stadio 'Civitelle' - Agnone

La giornata di domani, per tutto il territorio altomolisano, resterà alla storia per essere stata la data del primo Derby tra Vastogirardi ed Olympia Agnonese in Serie D. Un appuntamento atteso con grande fibrillazione da entrambe le tifoserie, rappresentanti di due comunità isernine distanti circa venti chilometri l'una dall'altra.
E se l'Olympia può definirsi a pieno titolo un'habitué della Quarta Serie, alla dodicesima Stagione consecutiva nell'olimpo del dilettantismo, altrettanto non si può dire di un Vastogirardi che si è affacciato solo un mese e mezzo addietro, per la prima volta assoluta, ad una categoria sin qui sconosciuta. Merito della lungimiranza e della competenza dei dirigenti gialloblù, capaci di coronare un sogno dai contorni fiabeschi, di una cittadina di quasi settecento anime, vissuta sempre di pane e pallone. Incontrare l'Olympia in una sfida a livello nazionale è un momento che persino definire 'storico' sarebbe riduttivo; e lo è ancor più oggi, in una fase laddove la classifica del Girone F, ci parla di un Vastogirardi al terzo posto con 13 punti, da imbattuto e con il miglior attacco del raggruppamento, e di un'Olympia Agnonese che con 9 punti è a metà classifica e reduce da cinque risultati utili consecutivi. Se ad entrambi gli ambienti avessero predetto che al Derby della Settima Giornata si sarebbe parlato di 'scontro di alta classifica', difficilmente ci avrebbero creduto. I granata hanno vissuto un'estate tribolata con la certezza del ripescaggio ottenuto a pochi giorni dall'inizio della Stagione, mentre i gialloblù hanno sicuramente avuto molto più tempo per programmare una D all'altezza delle ambizioni della Società, ma dovevano pur sempre confrontarsi con una realtà inedita, ricca di insidie, dal livello nettamente superiore a quello evidenziato in Eccellenza Molisana e dovendo affrontare formazioni di gran lunga più blasonate ed esperte. Tutte difficoltà preventivate ed affrontate da veterana, nonostante l'aggravante d'essere costretta ad emigrare di continuo per disputare gli impegni casalinghi, non potendo ancora contare sul "Filippo Di Tella".
Per tutte queste vicissitudini la classifica di tutt'e due le compagini è da ritenersi 'miracolosa', pur riconoscendo in maniera onesta ed obiettiva, che entrambi i tecnici stiano svolgendo un lavoro eccelso, disponendo di organici assolutamente competitivi e ottimamente allestiti dalle rispettive Società.
A Vastogirardi si sogna e le rosee divagazioni mentali degli appassionati gialloblù sono più che legittime. Questa squadra, da matricola, continua ad essere imbattuta ed è stata sin qui l'unica capace di battere una delle due capolista, il San Nicolò Notaresco, sconfitto 3-5 in trasferta alla Prima Giornata. Pareggi importantissimi fuori casa sono stati quelli di Avezzano (1-1) e Tolentino (2-2). Altrettanto preziosi anche i pari interni con Pineto (0-0) e Jesina (2-2), ma sono state le due ultime vittorie consecutive a consolidare le certezze di una squadra giovane, ma palesemente forte. Il secco 2-0 interno inflitto al Porto Sant'Elpidio e il successo per 3-2 in quel di Vasto contro la Vastese di Marco Amelia, hanno ufficialmente (e a ragione) assegnato a questa formazione lo status di 'grande' del Girone F. Ma non è il momento di fermarsi, specie quando si è arrivati alla partita territorialmente più importante e sentita, contro un avversario che ha solo quattro punti in meno e che, dopo i due k.o. nelle prime due Giornate contro Montegiorgio e l'altra capolista Recanatese, ha ingranato la marcia giusta, collezionando tre pari e due successi nelle ultime cinque uscite. La vittoria di Monte San Giusto (3-5 con la Sangiustese) e quella di Agnone (2-1 all'Atletico Terme Fiuggi) hanno fruttato sei punti nelle ultime due, utili a piazzarsi al centro della classifica e presentarsi al Derby dell'Alto Molise nelle migliori condizioni tecniche e soprattutto mentali.
Si gioca domani alle 15:00 al "Civitelle" di Agnone, 'casa' dell'Olympia, che per l'occasione figurerà in trasferta solo sulla carta. Sulla panchina granata non ci sarà Mister Mauro Marinelli, ancora in convalescenza dopo il delicato momento di salute personale vissuto nelle scorse settimane e fortunatamente sulla strada del pieno recupero. A lui gli Auguri più sentiti da parte del collega Francesco Farina, da parte di tutti gli appassionati altomolisani e non, ma anche dalla Redazione di TuttoSerieD. Con l'auspicio di rivederlo presto dirigere i suoi ragazzi da bordo campo, proprio come farà, seppur idealmente, nella giornata di domani, circostanza storica per se stesso, per Vastogirardi, per Agnone, per il Molise intero e per una categoria che ha bisogno di confrontarsi con questo genere di situazioni, sempre più rare e che restano, inconfutabilmente, il 'bello del Calcio'.