Nardò: incredibile ribaltone! In due lasciano ritiro e squadra

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
14.08.2019 20:00 di Marco Piccinni   Vedi letture
Nardò: incredibile ribaltone! In due lasciano ritiro e squadra

Che il Nardò si fosse imbattuto in grosse difficoltà di carattere economico-organizzativo era francamente risaputo, problematiche in parte sopite a margine delle continue rassicurazioni di fine Luglio, a firma del Presidente Donadei. Il numero uno del sodalizio neretino, con le sue sporadiche dichiarazioni, aveva generato nella piazza una sorta di cauto ottimismo, con i tifosi granata a sperare che ogni cosa potesse sistemarsi prima dell'avvio della Stagione. Un annuncio dietro l'altro, (ben 18 le operazioni in entrata), lasciava presagire che ci fossero le condizioni per costruire un organico degno della gloriosa tradizione di questo Club. Il fatto però che ad essere annunciati siano stati per lo più un manipolo di giovani Calciatori promettenti ma inesperti, ha fatto storcere il naso a molti sostenitori, oltre che agli addetti ai lavori. E difatti, oltre al rinnovo di Capitan Aquaro e all'acquisto di Ciro Danucci, sono stati solo due gli ingaggi di un certo calibro chiusi dal D.S. Andrea Corallo, ovvero quelli dei forti centrocampisti capitolini Alessio Fatati (classe '89) e Flavio Santarelli (classe '95). E proprio questi ultimi due, sono stati i protagonisti del secondo colpo di scena della Stagione, dopo il più che prematuro Addio di Mister Claudio De Luca. Nelle scorse ore infatti, Fatati e Santarelli hanno deciso in maniera irrevocabile di abbandonare il ritiro e di svincolarsi dal Nardò.
Una decisione clamorosa, specie se si considera che tra quattro giorni partirà ufficialmente l'annata sportiva 2019/20. Un ribaltone che qualcuno si aspettava già e che mette in crisi una squadra che perde due dei pochissimi punti di riferimento messi sotto contratto fino ad oggi.
I due Calciatori in questione hanno già fatto rientro nella loro città natale e nell'hinterland laziale si è sparsa in un lampo la voce del loro Addio al Toro, scatenando una bagarre di Società pronte ad assicurarsi le loro prestazioni. Avvicinati e interpellati sul tema-Nardò, i due non hanno ancora voluto sbilanciarsi riguardo alle motivazioni che li abbiano spinti ad abbandonare il sodalizio pugliese. Ai due è stato chiesto inoltre se ci siano altri ex compagni sul piede di partenza e anche su questo non hanno voluto rilasciare alcuna dichiarazione, limitandosi a confermare come entrambi non facciano più parte del progetto-Nardò.
Ovviamente adesso ci si attende delle risposte da parte dei vertici del Club granata, che dovrebbero spiegare i motivi che hanno portato alla separazione con due dei quattro/cinque elementi più affidabili presenti in organico. Ci si aspetta dei riscontri almeno in questa circostanza, visto che all'atto dell'improvvisa (e ancora misteriosa) rescissione con Mister De Luca, non furono mai chiarite le motivazioni che portarono al primo incredibile cambio di rotta. E ancor maggiori saranno le dovute spiegazioni che pretenderanno i frastornati tifosi di un Nardò, che si appresta a dare il via ad una Stagione che lo vede ai nastri di partenza di un Campionato di una difficoltà mostruosa, con un organico che perde i suoi pezzi migliori e in un contesto di incertezza totale laddove, al netto delle plausibili repliche e smentite da parte del Club, più di qualcuno immagina come il 'peggio' debba ancora venire.