L'Aprilia Racing cambia pelle: Galluzzo nuovo tecnico e Visalli nuovo Direttore Generale

28.09.2020 12:18 di Orazio Accomando Twitter:    Vedi letture
Giorgio Galluzzo
Giorgio Galluzzo

Da questa mattina l'Aprilia Racing ha un nuovo allenatore. Si tratta di Giorgio Galluzzo, tecnico romano reduce da 4 stagioni di settore giovanile Nazionale con il Frosinone e dalla vittoria del girone G di Serie D alla guida della Lupa Castelli Romani nella stagione 2014/2015 con 78 punti complessivi e la promozione in Lega Pro. Un ritorno per Galluzzo, che ha vestito i colori dell'Aprilia da calciatore, sommando quasi 50 presenze e mettendo a referto 1 rete. Prende il posto di Fabio Fratena. 

"Ho scelto Aprilia perché sono stato stimolato dall'interesse mostratomi dal presidente Pezone e dal DS Battisti - ha dichiarato Galluzzo - e dal fatto di tornare a confrontarmi con i grandi e di essere legato ad Aprilia da bellissimi ricordi. Tornare in prima squadra mi fa sentire fortunato perché ho avuto subito la possibilità di rimettermi in gioco e nello stesso tempo mi rende curioso nel capire come potrò incidere sui ragazzi sempre rispettando le loro caratteristiche per metterli nelle condizioni migliori di esprimersi. Quattro anni di Frosinone mi hanno dato la possibilità di crescere attraverso un percorso di settore giovanile che ad oggi reputo preziosissimo in quanto mi ha permesso di sviluppare una metodologia di lavoro più accurata, ho avuto la possibilità di lavorare e di vedere ragazzi di grande qualità e di conoscere il mondo dei giovani e le loro sfaccettature con tutte le problematiche che ne conseguono, infine ho avuto la fortuna di confrontarmi con molte realtà professionistiche e di vedere strutture all'avanguardia".

Non si tratta dell'unico cambio nell'organico tecnico-dirigenziale della squadra laziale. Luigi Visalli è il nuovo Direttore Generale del club. “Sono stato convocato dal Presidente per comunicarmi la volontà di affidarmi la direzione generale della società ed ho accettato con grande piacere. Ho già ricoperto questo ruolo sia a Nettuno che ad Anzio e non posso che ringraziare la società per aver pensato a me in questo momento dandomi questa grande responsabilità. Non voglio aggiungere molto altro perché ho intenzione di lavorare duramente a testa bassa cercando di portare il mio contributo su prima squadra e settore giovanile”.