ESCLUSIVA TSD - SN Notaresco, ''talismano Gaetani": “Segnare in quel modo, un gol decisivo, al 93', è stato fantastico! Sansovini un punto di riferimento. Siamo un grande gruppo, ora viene il bello!”

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
09.11.2019 12:00 di Marco Piccinni   Vedi letture
ESCLUSIVA TSD - SN Notaresco, ''talismano Gaetani": “Segnare in quel modo, un gol decisivo, al 93', è stato fantastico! Sansovini un punto di riferimento. Siamo un grande gruppo, ora viene il bello!”

Quando ormai sembrava ci si dovesse "arrendere" ad annotare un pareggio per 1-1 tra San Nicolò Notaresco ed Olympia Agnonese, ecco la magia che non ti aspetti. Il classico "coniglio tirato fuori dal cilindro", da parte di un ragazzo che evidentemente ha l'acrobazia nel proprio DNA. Infatti, al minuto 93' della gara disputata tra i rossoblù abruzzesi ed i granata molisani, la scorsa Domenica al "Vincenzo Savini" di Notaresco, il giovane attaccante salentino Davide Gaetani, ha deciso di indirizzare la contesa dalla parte dei padroni di casa, siglando il punto del definitivo 2-1 con un'autentica prodezza balistica, degna di ben altri palcoscenici. Una vera e propria perla, frutto di grandissima tecnica, coordinazione ed evidenti doti acrobatiche. D'altronde il classe '95 cresciuto nel Settore Giovanile del Lecce, nel corso della sua ancor breve carriera, si è reso più volte protagonista di simili gesti tecnici, tanto da poterlo definire a pieno titolo un habitué di questo genere di segnature, così come dimostrato anche al pubblico di Notaresco con quella rovesciata che è valsa il suo secondo centro stagionale e soprattutto i tre punti che hanno permesso ai rossoblù del tecnico Roberto Vagnoni, di rimanere in vetta alla classifica del Girone F, in coabitazione con la Recanatese di Federico Giampaolo. Un ruolino straordinario per il sodalizio del Presidente Salvatore Di Giovanni, la cui compagine non ha nessuna intenzione di fermare la propria sensazionale corsa.
In Esclusiva, con la Redazione di TuttoSerieD, abbiamo intervistato proprio il match-winner della scorsa Domenica, confrontandoci rispetto a quelle che sono state le sue personali sensazioni dopo quel meraviglioso gol e provando a comprendere quelli che possano essere i "segreti" di una squadra apparentemente inarrestabile.

Davide, l'ennesima magia in acrobazia della tua carriera. Stavolta è valsa tre punti importantissimi a tempo praticamente scaduto. Questa volta, quali sono state le tue sensazioni quando hai visto la palla varcare la linea di porta?
"Sì, di nuovo un'altra rete in acrobazia; sarà la quinta o la sesta da quando gioco a Calcio. Sono davvero felicissimo per aver realizzato la prima con questa maglia, soprattutto perché è valsa tre importantissimi punti. Poi quando accade al 93' è tutto più bello! I tifosi sono letteralmente esplosi di gioia, esattamente come me. Naturalmente mi auguro che sia la prima di una lunga serie".

Ormai si può dire che questo straordinario gesto tecnico e balistico sia nel tuo DNA. Sia nel Settore Giovanile del Lecce, sia con la maglia del Giulianova, avevi segnato diversi gol del genere, anche da posizioni quasi "impossibili". Quando Domenica hai visto la palla arrivare verso di te, qual'è stato il tuo primo pensiero?
"Il mio primo pensiero sinceramente non lo ricordo, perché si è trattato di una frazione di secondo, è stato tutto frutto dell'istinto. Devo dire che, su quel traversone dalla trequarti, mi aspettavo che qualche mio compagno spizzasse la sfera a centro area e quindi ho pensato di posizionarmi davanti al difensore che mi marcava e quando ho ricevuto effettivamente la palla, sono riuscito con il controllo di petto a farla arrivare all'altezza giusta per poterla girare in porta come poi ho fatto. È stato tutto spontaneo, bellissimo e da brividi".

Una magia che è valsa anche il mantenimento del primato in classifica, per un San Nicolò Notaresco che sta sorprendendo veramente tutti. Siete già sicuramente oltre ogni aspettativa. Arrivati a questo punto, quale obiettivo vi siete posti con il Mister e i tuoi compagni?
"È vero, siamo ancora primi assieme alla Recanatese, con cui si sta prospettando un gran bel duello in vetta alla classifica. Noi siamo super carichi e scendiamo in campo sempre pronti a dare il massimo. Naturalmente siamo consapevoli che da qui in avanti verrà il bello. Troveremo molte più difficoltà, perché tutti i nostri avversari verranno ad affrontarci pensando di sfidare la capolista ed è naturale che diano il 110%. Non c'è quindi il rischio che qualcuno ci sottovaluti, proprio per la dimensione che abbiamo raggiunto, ma noi siamo consci di essere un'ottima squadra, siamo uniti, ci divertiamo quando siamo in campo e diamo sempre tutto, da squadra vera! Continuiamo su questa strada e vediamo dove si potrà arrivare".

Quando sei stato chiamato in causa dal Mister, hai risposto sempre presente. Se dovessi fare un bilancio dei tuoi primi tre mesi in rossoblù, come li valuteresti nel complesso?
"Fortunatamente sono quasi sempre subentrato e credo di essermi fatto trovare pronto. Come è risaputo, non è semplice incidere entrando a gara in corso, anche se, risultare decisivo in un tempo o anche meno, ti da un'autostima ancor più grande. Nel complesso, sono più che soddisfatto del mio rendimento, spero di continuare in questo modo e magari di trovare un po' più di spazio. Ma sono comunque a completa disposizione e accetto sempre le decisioni del Mister".

Sei contento del rapporto che si è creato con la squadra, i tifosi, l'ambiente? Come ti trovi a Notaresco?
"Sono molto felice da questo punto di vista. Mi trovo benissimo con la Società, che è attenta a tutto e ci mette nelle condizioni migliori per vivere e rendere al massimo. Sono felice del feeling che si è creato con i nostri tifosi e anche con tutti i miei compagni di squadra. Siamo veramente un gruppo affiatato! Ci si allena sempre bene e si scherza nei momenti in cui è lecito farlo. In ogni allenamento cerco di imparare qualcosa, soprattutto da quei giocatori che hanno tanta esperienza tra i professionisti, uno tra tutti, Sansovini".

Ecco, parlaci di lui. Com'è potersi allenare e giocare di fianco ad un campione come Marco Sansovini?
"Beh, che dire? È certamente un privilegio. Di lui posso dire chiaramente che sia un grande, come Calciatore, ma ancor più come persona. Cerco di prendere spunto da tutto ciò che fa in allenamento ed in partita. Mi da tanti consigli e a lui devo molto. Sono un ragazzo che cerca di migliorare giorno per giorno e poter crescere di fianco a giocatori di questo calibro non può che essere una fortuna".

Il tuo obiettivo personale per questa Stagione, invece?
"Per scaramanzia preferisco non dirlo. Sin qui ho segnato due gol in campionato, ma spero sicuramente di farne molti ancora con questa maglia, magari replicando altre volte l'acrobazia che ho effettuato contro l'Olympia Agnonese".

Qual'è, secondo te, il segreto del vostro gruppo? Quell'ingrediente nascosto che vi ha permesso di vincere nove gare consecutive su un totale di dieci sin qui disputate nel Girone F?
"Come ho detto poc'anzi, non ci sono dei veri e propri segreti. Siamo un grande gruppo, nel complesso un'ottima squadra, ben allenata e composta da Calciatori importanti. Scendiamo in campo in ogni partita per vincere e dare tutto, fino all'ultimo. Se il duro lavoro e il non risparmiarsi mai si può definire un segreto, allora il nostro è proprio questo qui. Abbiamo tanta fame agonistica, l'abbiamo dimostrato contro l'Olympia, così come in altre precedenti occasioni. E domani saremo di scena in casa del Matelica, dove ci attende una squadra forte, ma che affronteremo con lo stesso spirito e la medesima determinazione che hanno caratterizzato le prime dieci gare del nostro campionato".

C'è una "dedica" in particolare che ti senti di fare per questo gol così bello ed importante?
"Assolutamente Sì! Voglio dedicare questa rete e questa vittoria a tutta la mia famiglia e soprattutto alla mia ragazza. Lei mi sta dando una mano incredibile, ha scelto di venire a convivere qui con me in Abruzzo, mi sopporta, mi supporta, dandomi una forza ed una gioia immensa. Devo tantissimo a lei e non posso far altro che riconoscere che, se sono sereno e sto rendendo in un certo modo, il merito sia anche suo".

Si ringraziano, Davide Gaetani per la disponibilità dimostrata e l'Ufficio Stampa del San Nicolò Notaresco Calcio per la cortese collaborazione.