"Clamoroso al Cibali": Il Notaresco al secondo turno di Coppa Italia. Catania battuto ai supplementari. Ora il Pescara

24.09.2020 08:47 di Orazio Accomando Twitter:    Vedi letture
Foto Facebook Catania
Foto Facebook Catania

4 giugno 1961: Catania-Inter 2-0. Sandro Ciotti, indimendicato radiocronista, nel corso di Tutto il calcio minuto per minuto, celebra il successo dei siciliani con un "clamoroso al Cibali". Stavolta l'impresa è del San Nicolò Notaresco, capace di espugnare il "Massimino" e centrare la qualificazione al secondo turno di Coppa Italia, dove affronterà nel derby abruzzese il Pescara. Un successo impronosticabile alla vigilia quello dei rossoblù, contro un Catania che anche quest'anno parte con l'obiettivo di piazzarsi nei piani alti del campionato di Serie C. Finisce 1-2, al termine di una gara infinita, iniziata con quasi un'ora di ritardo e terminata solo dopo i tempi supplementari. Vantaggio Catania nel primo tempo con Biondi. Partita in discesa per la squadra di Raffaele, fino al pareggio di capitan Speranza. Ai supplementari è di Dos Santos la rete che regala il successo alla squadra di Epifani. Domenica l'esordio in campionato in casa del Pineto. 

CATANIA-NOTARESCO 1-2 

MARCATORI: 26' Biondi, 56' Speranza, 109' Dos Santos

CATANIA (3-5-2): Martinez; Calapai, Noce, Zanchi; Albertini, Izco (56' Rossitto), Rosaia, Welbeck (105' Arena), Biondi (75' Vicente); Sarao (56' Manneh), Pecorino (75' Curiale). A disposizione: Della Valle, Panebianco, Giuffrida, Panarello, Lo Duca, Dall’Oglio, Distefano. Allenatore: Raffaele.

NOTARESCO (4-3-3): Shiba; Gallo, Colombatti, Speranza (93' Di Stefano), Lattarulo; Frulla, Blando, Bianciardi; Banegas, Dos Santos (114' Cesario), Marchionni (75' Cancelli). A disposizione: Demalija, Ghiani, Di Saverio, Antonacci, Massarotti, Mancini, Sorrini, Simoncini. Allenatore: Epifani.

 ARBITRO: Santoro della sezione di Messina.