Casarano, dopo il tonfo storico di Sorrento parla solo il Presidente Maci: "Gara inspiegabile, ai limiti della vergogna assoluta! Chiediamo scusa ai nostri tifosi. Squadra da subito in ritiro"

16.02.2020 20:00 di Marco Piccinni   Vedi letture
Casarano, dopo il tonfo storico di Sorrento parla solo il Presidente Maci: "Gara inspiegabile, ai limiti della vergogna assoluta! Chiediamo scusa ai nostri tifosi. Squadra da subito in ritiro"

È stato un pomeriggio negativamente "storico" per il Casarano Calcio, incappato in una sconfitta imponderabile e dalle dimensioni semplicemente incredibili. Allo Stadio "Italia" di Sorrento, i padroni di casa hanno battuto per 7-0 (!) la formazione salentina, andata sotto di cinque reti già dopo la prima frazione. Tripletta per La Monica, doppietta per Figliolia e una segnatura a testa per Vitale ed Herrera. Un risultato maturato dopo i primi 50' di gioco e la sensazione è stata che i rossoneri campani si siano in un certo senso "fermati" nei restanti 40', calando un po' d'intensità e non infierendo oltre nei confronti di un avversario annichilito ed incapace di prodursi nella benché minima reazione.
A margine di questa inattesa imbarcata, concretizzatasi in un pomeriggio di ordinaria follia calcistica per i rossazzurri, ha parlato il solo Presidente Giampiero Maci, che con equilibrio, ma con un'evidente amarezza dipinta in volto, ha analizzato a caldo ciò che accaduto quest'oggi in terra campana, annunciando contestualmente l'immediato inizio del ritiro per la formazione rossazzurra in vista della delicatissima partita interna, in programma tra sette giorni, contro il Foggia.

Queste le dichiarazioni del numero uno del Club pugliese:
"È stata una prestazione incredibile. La squadra prima di oggi non aveva mai incassato più di due gol in una singola partita. Di spiegazioni non riesco a fornirne in questo momento. Siamo stati semplicemente umiliati e questo episodio ci deve far riflettere, perché prestazioni di questo tipo non si addicono alla nostra storia. Sono molto rammaricato, chiediamo scusa ai nostri tifosi perché ciò che è accaduto oggi è veramente inconcepibile. Aspettiamo di fare mente locale a freddo, per capire come affrontare il proseguo. Quella di oggi è stata una prova a limite della vergogna assoluta! Ne parleremo tutti insieme con serenità e da questa umiliazione bisognerà capire come muoversi nell'immediato futuro. Non ho ancora potuto guardare negli occhi i Calciatori, perché dopo la partita avevano tutti la testa rivolta verso il basso. La squadra, in ogni caso, va in ritiro già da stasera per cercare di riprendersi da una sconfitta che va ancora motivata, lontanissima dai nostri canoni ed inspiegabile. Dopo il 2-0 la squadra non ha minimamente reagito e nel complesso abbiamo subito dei gol che hanno del ridicolo, ci siamo fatti cogliere di sorpresa anche nell'occasione di una punizione battuta rapidamente dal Sorrento e da lì, poi, si è definitivamente chiusa la contesa. Ma c'è modo e modo di perdere e la sconfitta odierna, purtroppo, rimarrà nella nostra storia. Adesso dobbiamo raccogliere le forze, a cominciare da noi dirigenti, per affrontare al meglio il futuro immediato. Domenica prossima abbiamo un'altra gara difficilissima contro il Foggia. Bisognerà partire dal presupposto che la squadra vista oggi a Sorrento non sia il vero Casarano. Si è trattato di una prestazione irrazionale, così come può accadere nel Calcio. Una lezione dalla quale bisognerà trarre insegnamento affinché non si ripeta mai più".