Tritium, è rivoluzione: in undici salutano il club lombardo

30.06.2020 11:30 di Orazio Accomando Twitter:    Vedi letture
Matteo Gabellini
Matteo Gabellini

Aria di vera e propria rivoluzione in casa Tritium. La società sembra avere le idee abbastanza chiare per quanto riguarda il futuro e sulle strategie da attuare in chiave mercato. A rafforzare questa tesi anche la scelta di rinunciare a ben dieci pedine che hanno fatto più o meno bene nell'ultima stagione. Innanzitutto saluta il classe 1995 Matteo Gabellini. Stagione in chiaroscuro per l'attaccante, che non è riuscito ad esprimersi ai suoi livelli. 17 presenze, 4 assist ma nessun gol all'attivo per lui. Oltre a Gabellini, via anche il difensore classe 1988 Fabio Adobati, approdato in biancoazzurro nell'ottobre 2019 (14 presenze in totale nella stagione appena trascorsa). Lasciano anche i giovani Daniele Russo (classe 2001), Andrea Romano (classe 2000), Davide Campanella (classe 2000). Dopo due stagioni saluta anche Luca Cascino, centrocampista protagonista della promozione in D. Stesso discorso per Simone Vitali, attaccante classe 2000. Scaduti i prestiti di Emanuele Saronni, che torna all'AlbinoLeffe, Simone Stucchi, portiere classe 2000, rientrato al Renate ed  Edoardo Di Bella, difensore classe 2001, tornato alla Casatese. Ufficiale il passaggio di Giovanni Sassano all'Inzago.