Sorrento, Mister Maiuri: "Classifica Francavilla bugiarda, ottenuto un punto molto importante. Vogliamo consolidarci ai piani alti"

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
14.01.2020 19:00 di Marco Piccinni   Vedi letture
Vincenzo Maiuri
Vincenzo Maiuri

"Un punto molto importante"; questo il commento eloquente di un Vincenzo Maiuri visibilmente soddisfatto, a seguito dello 0-0 esterno maturato due giorni addietro tra il suo Sorrento e l'ostico FC Francavilla di Ranko Lazic.

A margine del match disputato in terra lucana, il 50enne tecnico milanese ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:
"Il Primo Tempo è stato molto equilibrato al cospetto di un buonissimo Francavilla, aggressivo e allenato da un tecnico, Ranko Lazic, bravo e che stimo sia come allenatore che come persona. Nella ripresa siamo venuti fuori costruendo qualche buona occasione purtroppo non ben finalizzata. La squadra ci ha provato fino alla fine. In questo Girone non è mai facile vincere: sono tutte partite giocate sul filo dell’equilibrio. Tornando al Sorrento, i ragazzi hanno tenuto bene giocando un buon match. Andiamo avanti così lavorando sui nostri difetti e cercando di migliorare sotto porta".

"In questo Girone di Ritorno ci sarà da battagliare ovunque. Il pari del Taranto è arrivato al cospetto di un’altra compagine forte come il Casarano: è un risultato che ci sta, anche se poteva condannare entrambe in caso di vittoria del Bitonto, del Foggia, che meritava di perdere in casa dell’Agropoli e nostra. Comunque, per quelle due formazioni, anche se il Campionato è lungo, la vetta resta lontana. Si tratta di un raggruppamento livellato verso l’alto: basta vedere il Francavilla che non merita assolutamente, la penultima piazza: sono convinto che la formazione di Lazic si salverà. Noi, modestamente, siamo soddisfatti, ma possiamo crescere ancora tanto".

"Alla ripresa degli allenamenti ci ritroveremo con la voglia e il piacere di rivederci. Sarà fondamentale avere una voglia immensa di migliorare, colmando i nostri difetti. Domenica prossima, con il Gravina, sarà una partita come tutte le prossime quindici che andremo ad affrontare da qui alla fine. Va preparata bene atleticamente, tatticamente e mentalmente, anche perché siamo consapevoli che troveremo un avversario che dispone di buoni calciatori. Dovremo dare la giusta importanza al match che potrebbe confermarci nei piani alti della graduatoria. Dobbiamo dimostrare di poter e di saper stare lì su".