San Luigi, patron Peruzzo: "Le società dilettantistiche rischiano il collasso"

30.03.2020 15:00 di Massimiliano Fina Twitter:    Vedi letture
San Luigi, patron Peruzzo: "Le società dilettantistiche rischiano il collasso"

Ezio Peruzzo, storico presidente del San Luigi, ha detto sul momento che sta vivendo l'intera Nazione, come riporta ilpiccolo.gelocal.it: «In questo momento ciò che conta è la salute delle persone. Gli eventi in corso sono tremendi. Ma gli effetti del Coronavirus saranno disastrosi anche per il nostro amato calcio. Cerco di non pensarci troppo anche perché non abbiamo ancora nessuna pressione addosso ma sappiamo che presto i conti non torneranno, per nessuno".

ENTRATE - "Mensilmente si arriva ad incassare 3-4 mila euro grazie al bar e all’affitto dei campi. Denaro mai entrato nelle casse societarie nel mese di marzo. E che molto difficilmente entrerà nel mese di aprile e che chissà quando potrà entrare. Abbiamo giocato l’ultima partita domenica 23 febbraio. Cosa dovrei fare per il mese di marzo? E per tutti quelli in cui non si potrà ancora giocare? Per fortuna, o meglio, per una nostra scelta politica, nessuno dei nostri giocatori o tecnici vivono di calcio. Però è chiaro che ci vorrà una disposizione nazionale dalla Federazione per capire come comportarci, in modo tale da avere omogeneità tra le società".

SPONSOR - "Potrò chiedere ancora ad uno sponsor di darmi 2mila euro per la prossima stagione, oppure dovrò fare “uno sconto” tenendo conto dei mesi persi in questo campionato? Onestamente non lo so cosa sia corretto fare".