Progresso, la lettera del DS Simone Matta a salvezza raggiunta: "Il Presidente Giuseppe Fioratti sarà orgoglioso e starà esultando da lassù. Traguardo storico e meritato, dedicato a lui"

15.06.2021 14:00 di Marco Piccinni   Vedi letture
Progresso, la lettera del DS Simone Matta a salvezza raggiunta: "Il Presidente Giuseppe Fioratti sarà orgoglioso e starà esultando da lassù. Traguardo storico e meritato, dedicato a lui"
© foto di SCD Progresso Calcio 1919

Il Progresso è reduce dallo 0-0 maturato sul campo del Ghiviborgo, in un match che ha portato alla matematica permanenza di entrambe le squadre con due giornate di anticipo. E' stata grandissima la soddisfazione di tutto l'ambiente rossoblu e a certificarne le positive sensazioni di ogni componente del club emiliano sono intervenute le parole del Direttore Sportivo, Simone Matta. Il dirigente rossoblu ha indirizzato una lettera pubblica alla Società, alla squadra, allo Staff Tecnico capeggiato da Mister Roberto Moscariello, ai tifosi e non solo, dedicando questo bel successo al compianto Presidente Giuseppe Fioratti, scomparso prematuramente nel gennaio scorso ed eterno numero uno del club di Castel Maggiore.

Di seguito, la lettera integrale redatta e sottoscritta dal DS del Progresso, Simone Matta.

"Sono orgoglioso di quanto avete dato alla Società, emulando lo stesso storico risultato raggiunto nella stagione scorsa, la permanenza nella Quarta Categoria Nazionale, la Serie D.

Prima di tutto è importante ringraziare il nostro Presidente Giuseppe Fioratti, scomparso prematuramente pochi mesi fa, nel pieno dello svolgimento della stagione sportiva. La Sua scomparsa ci ha lasciato un grande vuoto, ma sono sicuro che dal cielo starà ancora esultando, con quella lacrimuccia che ha sempre tirato fuori al raggiungimento dei risultati. Nulla da dire, solo un grande e sincero grazie per averti conosciuto e vissuto da parte di tutto l’universo del Progresso, questa salvezza i ragazzi l’hanno dedicata a te.

E' inutile descrivere le modalità che ci hanno accompagnato durante l’anno e permesso di raggiungere l’obiettivo. Le riassumo con tre aggettivi: amore, passione e sacrificio.

Ringrazio calciatori, Staff e Società, non potendoli nominare tutti. Ci tengo a ricordare il contributo alla causa di Enzo Cevenini, secondo di Mister Moscariello, di Tommy Casella, che ha dato un grosso aiuto al nostro masseur Gianni Ferraresi per oltre un mese, ed a Juri Ballanti che ha onorato con grande impegno e professionalità il ruolo di Mister della Juniores Nazionale, rifornendo di giovani promesse la Prima Squadra con moto perpetuo.

Per come sono fatto, il mio pensiero va alle prossime partite ed al prossimo anno calcistico, ciò che abbiamo fatto è importante ma ora conta solo il futuro. Per poter affrontare i prossimi impegni serve ancora più professionalità, impegno e cultura calcistica, bisogna essere aggiornati e cavalcare il cambiamento, accettando un modo nuovo di fare Calcio, fuori e dentro dal campo. In sintesi, quando arriviamo allo stadio, qualunque mansione ricopriamo, dobbiamo essere professionisti veri, disposti a tutto per il nostro Progresso.

Infine, faccio un encomio ai ragazzi della Prima Squadra, attori sul “Set” dell’ultima impresa. Vi ho stressato, rimproverato, a volte offeso (calcisticamente parlando), so benissimo come mi avete “odiato” in certi momenti, ma non ne sono pentito, anzi, chi resterà anche per il prossimo anno, che sia pronto al sacrificio, con un unico obiettivo, diventare un calciatore vero.

Vi ringrazio con grande amore e lealtà, potevamo comunque fare meglio. Il messaggio è: non accontentavi mai!".