L'Adicosp si scaglia contro il Brindisi FC e gli pseudo Direttori: “Si invitano le Società di Serie D a non definire Direttori coloro che non lo sono”

24.02.2021 21:00 di Maria Esposito   Vedi letture
L'Adicosp si scaglia contro il Brindisi FC e gli pseudo Direttori: “Si invitano le Società di Serie D a non definire Direttori coloro che non lo sono”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell'Adicosp, Associazione Direttori e Collaboratori Sportivi:

"Si legge spesso negli ultimi tempi di assunzioni da parte delle Società di Serie D di pseudo Direttori Sportivi privi di abilitazioni previste dai regolamenti FIGC. L’ultimo caso è quello del Sig. Renato Voglino ufficializzato dal Brindisi Calcio. Nel relativo comunicato la stessa società etichetta, paradossalmente ed in barba alle regole, il nuovo Direttore Sportivo come Agente di Calciatori. È giusto ricordare che purtroppo nei dilettanti, al momento, non c’è l’obbligo di attingere all’elenco speciale dei direttori e collaboratori della gestione sportiva ma allo stesso tempo non possono essere attribuiti titoli a persone prive degli stessi. L’iscrizione all’Elenco Speciale dei Direttori Sportivi e dei Collaboratori della Gestione Sportiva avviene dopo aver frequentato il corso e superato gli esami sotto la competenza della FIGC. Pertanto si invitano le Società a non definire i direttori coloro che non lo sono ed a limitarsi a considerarli come collaboratori. Questo anche per il rispetto di molti colleghi che, seppur in possesso di tale abilitazione, si vedono costretti a rimanere a casa a vantaggio di chi il Direttore Sportivo non lo potrebbe fare".