Il Campodarsego tra calcio e legalità: “No al doping farmaceutico. Sì al doping della volontà”

22.01.2020 16:30 di Maria Esposito   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Campodarsego Calcio 1974
Il Campodarsego tra calcio e legalità: “No al doping farmaceutico. Sì al doping della volontà”

Bellissima iniziativa, quella condotta dal Dottore Andrea Cinetto, medico sociale del Campodarsego Calcio, sul tema del doping, dove, lunedi scorso nella Sala Consigliare del Comune di Campodarsego (Padova), ha spiegato tutte le gravi conseguenze fisiche e psicologiche che le sostanze dopanti possono causare agli atleti di qualsiasi sport in questo caso il calcio.
All’evento erano presenti i ragazzi della Juniores e degli Allievi con genitori, allenatori e dirigenti della società bianco rossa.

Questo uno dei passaggi fatti dal Dottore:
“Anche noi a Campodarsego abbiamo il nostro DOPING..che fa alterare la prestazione fisica e mentale dei nostri Atleti..ed è il DOPING della VOLONTÀ,il DOPING del SENSO D’APPARTENENZA,il DOPING del PORSI UN OBBIETTIVO COMUNE e raggiungerlo tutti assieme attraverso la cultura dell’ALLENAMENTO, il DOPING del SACRIFICIO il DOPING dell’AMICIZIA..ecco noi del Campodarsego Calcio crediamo fortemente che tutte queste cose possano alterare la prestazione di ogni nostro ragazzo..e lo possa spingere al non mollare mai al dare quel qualcosa in più fino all’ultimo secondo..in questo caso nello sport e di conseguenza nella vita”.