Cynthialbalonga, Stefano D'Agostino parla da leader: "Stiamo cercando di costruire una mentalità di squadra molto importante, provando a fare il massimo già da quest'anno"

30.03.2021 16:00 di Marco Piccinni   Vedi letture
Stefano D'Agostino
Stefano D'Agostino
© foto di S.S.D. Cynthialbalonga

Nel pieno di una striscia di otto risultati utili consecutivi, la Cynthialbalonga è reduce dal prestigioso successo di Campobasso, vittoria che ha permesso alla compagine castellana di consolidare il quarto posto nella classifica del Girone F di Serie D, in piena zona Play-Off.

Uno dei goleador dell'ultima giornata, autore di una rete splendida e leader della trequarti del team laziale, è Stefano D'Agostino. Il forte calciatore ligure, capace di trascinare i suoi con prestazioni sontuose dal momento del suo arrivo a Genzano, ha parlato nelle scorse ore, rilasciando un'interessante intervista a beneficio dei Canali Comunicativi Ufficiali della S.S.D. Cynthialbalonga.

"“E' stata una partita molto sofferta all’inizio. Il Città di Campobasso è partito molto forte e ci ha messo in difficoltà, ma la squadra ha saputo tenere botta anche grazie alle parate di Santilli e a un pizzico di fortuna, poi il gol del nostro pareggio poco prima dell’intervallo ha cambiato l’inerzia della partita. Nella ripresa siamo andati molto meglio, al di là di un secondo rigore assegnato ai padroni di casa e sbagliato dagli avversari, e alla fine siamo riusciti a portare a casa un successo pesantissimo che ci dà ulteriore fiducia. A Campobasso sono stato pochi mesi, ma mi sono trovato benissimo realizzando 10 gol in 15 partite e dovendo cambiare a metà stagione per problemi societari e per l’offerta ricevuta dal Taranto ma anche domenica sono stato accolto benissimo al mio ritorno e questo mi ha fatto un immenso piacere: contro un altro avversario dopo il gol dal corner avrei fatto dieci giri di campo per festeggiare. Sono arrivato qui a febbraio e la classifica era abbastanza delineata nelle posizioni di vertice. Da allora abbiamo fatto una serie di risultati importanti, vincendo ad esempio anche sul campo del Castelfidardo che non aveva mai perso in casa così come il Città di Campobasso e siamo ancora imbattuti. La nostra squadra ha trovato la sua identità anche grazie al lavoro di Mister Chiappara. Stiamo cercando di costruire una mentalità di squadra importante, provando a fare il massimo già quest’anno. Alla fine della scorsa stagione ho vinto il campionato a Malta col Floriana e avrei dovuto disputare i Preliminari di Champions League, poi alcuni motivi personali mi hanno costretto a tornare in Italia e ho giocato dalle mie parti, nel Ligorna e nel Vado, nella prima metà di stagione. Ma quando è arrivata la proposta della Cynthialbalonga ho subito capito la serietà e l’ambizione del Presidente Camerini. Inoltre conoscevo già diversi ragazzi che giocano qui e quindi sono stato molto felice di intraprendere questa sfida. Il Rieti, nostro prossimo avversario, è una squadra da prendere con le pinze come tutte quelle di questo Girone, d’altronde lo abbiamo visto col Real Giulianova che nessuno ti regala nulla. Ma è chiaro che noi vogliamo fare bottino pieno per arrivare alla sosta di Pasqua collezionando un altro risultato positivo”".