Biancavilla, parla la vicepresidente: "Non mi aspettavo questo inizio di campionato, a Palermo..."

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
10.09.2019 16:00 di Massimiliano Fina   Vedi letture
Fonte: tifosipalermo.it
Biancavilla, parla la vicepresidente: "Non mi aspettavo questo inizio di campionato, a Palermo..."

 Il Palermo affronterà domani in casa il Biancavilla, una partita valida per il turno preliminare di Coppa Italia: ai microfoni di tifosipalermo.it è intervenuta la vicepresidente del Biancavilla, Giulia Ventura, queste le sue dichiarazioni:

PRIME DUE GARE DI CAMPIONATO - “Non mi aspettavo questo inizio di campionato non per i giocatori, perché sono tutti fantastici, ma perché la squadra è stata rivoluzionata ed ancora i ragazzi non si conoscono molto bene tra di loro e temevo che non potessero dare il massimo in campo. Invece abbiamo vinto la prima fuori casa e domenica scorsa contro il Roccella.”

TRASFERTA DI COPPA ITALIA - “Per noi sarà sicuramente un momento magnifico, perché non avremmo mai pensato che una società calcio come il Biancavilla potesse arrivare a giocare contro il Palermo, un avversario certamente molto temuto. Ma daremo il massimo come abbiamo sempre fatto. La nostra società esiste dal 1990".

STAGIONE - “Prima di ogni cosa voglio dire 'Forza Biancavilla' e poi sono sicura che ne vedremo delle belle. Spero che i ragazzi riescano a tenere bene il gioco. Veniamo a Palermo con la consapevolezza che la squadra rosanero è da temere e da ammirare allo stesso tempo, ma certamente daremo filo da torcere e non partiamo già sconfitti in partenza. Sarà un campionato difficile, siamo stati inseriti in un girone dove ci sono diverse squadre molto forti, come il Palermo ad esempio, ma noi puntiamo ad arrivare in vetta alla classifica, il sogno è di arrivare anche ai playoff, come lo scorso anno. Noi ce la metteremo tutta perché abbiamo una mentalità vincente. La nostra società può contare su una dirigenza ben solida, il co-presidente è Giacomo Di Rosa, ed in società c’è anche la figlia, ci conosciamo da tempo ed è come se fossimo una grande famiglia.”