IL PRIMO GOAL STAGIONALE LO FIRMA IL SINDACO. A CERIGNOLA E' IL TEMPO DELL'ATTESA

Burocrazia e calcio di pari passi in un'estate che si preannuncia torrida per i club di calcio italiani.
04.07.2019 07:55 di Paolo Pinto   Vedi letture
IL PRIMO GOAL STAGIONALE LO FIRMA IL SINDACO. A CERIGNOLA E' IL TEMPO DELL'ATTESA

“Abbiamo fatto un piccolo miracolo”, parola di Francesco Metta, sindaco di Cerignola che, di fatto, ha siglato il primo goal della stagione sportiva 2019/20 del "Gnola".

Maglia gialloblu, sciarpa al collo, penna tra le mani per firmare gli atti legati all’agibilità del “Monterisi”. Per la prima volta nella sua storia, il campo di Cerignola ha l'agibilità certificata, fino alla scorsa stagione si procedeva con ordinanze sindacali. “Gli atti a disposizione dell’Audace Cerignola a corredo fondamentale della sua istanza di ripescaggio”, le dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino cerignolano. Carte passate poi tra le mani del presidente Greco per formalizzare l'istanza da presentare in Lega entro il 5 luglio.

In città l’atmosfera sa di attesa di un possibile grande evento. Ma finora nessuno si sbilancia, bocche cucite e zero illusioni.

Ci si concentra sull’incartamento da mandare in Lega. Poi ci si metterà alla finestra ad aspettare, consci che tutto il possibile è stato fatto.

Per questo eventuale ripescaggio tifa l’intera Puglia che intravede nel girone di C di LegaPro un’eventuale B2.

A catena si avvierà un processo che cambierà volto alla Serie D stessa. Estate afosa, come capita da diversi anni a questa parte nel mondo del calcio. 

Burocrazia e calcio che vanno ormai a braccetto: prima gli oneri cartacei con l'intervento dei primi cittadini per ammodernare impianti da "ritinteggiare" per rendere le società pronte a programmare qualcosa di grande.

Con la speranza che le regole siano uguali per tutti