Arzignano, il tessuto più pregiato firmato da mister Di Donato

Da terzo centrocampista con più presenze in B al titolo di Arzignano
30.04.2019 08:59 di Paolo Pinto   Vedi letture
Mister Di Donato
Mister Di Donato

Da calciatore è il terzo in assoluto con più presenze di sempre in Serie B. Daniele Di Donato è l’uomo dei sogni avveratisi ad Arzignano. Stavolta da allenatore. Un percorso che lo ha portato nella zona dei tessuti pregiati per volontà di Mattia Serafini, il direttore sportivo che non solo lo ha scelto, ma anche difeso nei momenti di difficoltà. Le sue esperienze più importanti da calciatore le ha vissute in giro per l’Italia: Torino, Siena, Ascoli, Arezzo, ma soprattutto Palermo. Ma è il “Dal Molin” di Arzignano ad essersi trasformato in “teatro dei sogni”, con il presidente Lino Chilese splendido regista, e mister Di Donato miglior attore protagonista.

Una squadra assemblata per dare filo da torcere a chiunque, una flessione a dicembre, per poi tornare in campo nel 2019 con altro piglio e volto. Una macchina infernale che ha coinvolto tutti i suoi tesserati cercando di rendere esplosiva una miscela ben assortita. Da buon centrocampista ha dovuto fare svariati chilometri, ma stavolta, dinnanzi alla propria panchina, per dare le indicazioni ai suoi uomini in ogni istante. Si ispira a Sarri, studia e perfeziona costantemente il suo metodo di lavoro. Fino a quel 28 aprile 2019 che è entrato di diritto tra le pagine più belle della sua vita. Fuori dal campo è difficile capire se i due figli percorreranno le sue orme. Per il momento si concentra sulla storia scritta e sulle pagine ancora da completare.

La forza della squadra è stata la coesione e il gruppo. Ma non va messa in secondo piano l’empatia tra tecnico e giocatori, un rapporto indissolubile per scardinare le porte del destino.

La sua umiltà per ripartire, ma ora è il momento della festa!