Verso l'infinito e oltre: Castrovillari-Licata racchiusa in una frase

30.11.2019 17:30 di Fabrizio Frasca   Vedi letture
Verso l'infinito e oltre: Castrovillari-Licata racchiusa in una frase

Verso l’infinito e oltre: Castrovillari-Licata racchiusa in una frase. Entrambe attraversano un periodo di forma smagliante e domenica nessuna vorrà lasciare nulla al caso, anche il minimo dettaglio potrà far pendere la bilancia nell’arco dei novanta minuti da una parte o dall’altra; anche la dea bendata avrà la sua parte in questo confronto che rievoca ricordi passati, di un’epoca calcistica oramai svanita. I rossoneri sono da playoff? I gialloblù possono insidiare il Savoia? Al termine della gara, valida per la 14° giornata, uno dei due quesiti avrà la risposta.

CASTROVILLARI – Sette risultati utili di fila come sette sono le note musicali di una sinfonia che non smette di incantare da quel lontano, ma non troppo, 4-4 rocambolesco al “Lombardo Angotta” di Marsala. Poteva essere l’inizio di un percorso involutivo visto l’andazzo della gara (sopra di due reti a meno di quindici minuti dalla fine) e invece quel pareggio, paradossalmente, ha iniettato benzina nel serbatoio dei rossoneri. Anche domenica scorsa contro il Biancavilla il Castrovillari ha offerto una prestazione coriacea: la partita è stata in bilico fino alla fine, soltanto una giocata individuale avrebbe potuto risolverla. In sintesi: un punto guadagnato più che due persi. Ma domani contro il Licata la musica potrebbe cambiare. Perché i gialloblù hanno un tridente offensivo che fa invidia a tutta la categoria e il guizzo del singolo potrebbe andare con più facilità a bersaglio; di vitale importanza sarà la difesa che dovrà essere insormontabile come nelle ultime tre uscite in cui Aiolfi ha indossato le vesti di spettatore non pagante. Marra si affiderà al solito 4-3-1-2 con qualche possibile cambio però nella zona nevralgica del campo: Chironi e potrebbe prendere il suo posto il giovane Consiglio.

PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-1-2) – Aiolfi; Greco, Vona, Ferrante, Barilaro; Cangemi, Lanza, Consiglio; Gagliardi; La Ragione, Puntoriere;

LICATA – Tre vittorie di fila come la terza posizione occupata in questo momento dai siciliani a quota 24 punti. Il poker della scorsa giornata inflitto al malcapitato San Tommaso, condito dai passi falsi delle dirette avversarie (Biancavilla e Giugliano), portano ulteriore entusiasmo ad una piazza già calda per tradizione. Mister Campanella sta portando in auge una squadra che ai blocchi di partenza era collocata nelle zone medio-basse della graduatoria. Le diciannove reti segnate sentenziano il reparto offensivo gialloblù come il quinto attacco di tutto il girone I: il tridente Convitto-Cannavò-Adeyemo con i suoi 14 gol messi a segno fa tremare le difese avversarie. Il reparto arretrato non è da meno in quanto a qualità. Maltese e Porcaro comandano la linea a quattro composta sugli esterni da due giovani terzini fluidificanti come Dama e Daniello e che ha subito soltanto 12 gol. A centrocampo sono posizionati stabilmente due “under” fisici e allo stesso tempo tecnici – Diaby (classe 2000) e Ceesay (classe 2000) – assistiti dall’esperto Sangiorgio davanti la difesa. L’ex di turno è Gallon, probabilmente in partenza dalla Sicilia dato il suo rendimento opaco ed altalenante in queste tredici giornate.

PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-3) – Ingrassia; Dama, Maltese, Porcaro, Daniello; Diaby, Sangiorgio, Ceesay; Convitto, Cannavò, Adeyemo;