Né vinti né vincitori tra Castrovillari e Dattilo: il risultato è 1-1 al 90'

27.09.2020 19:00 di Fabrizio Frasca   Vedi letture
Né vinti né vincitori tra Castrovillari e Dattilo: il risultato è 1-1 al 90'

Si dividono la posta in palio Castrovillari e Dattilo nella prima uscita stagionale: al rigore trasformato da Testa per gli ospiti (46’ st), risponde il colpo di testa vincente di Corado quasi allo scadere dell’incontro. 

L’allenatore di casa opta per il 3-4-2-1 con Rizzitano fra i pali; il trittico difensivo è guidato dal capitano Manes che al suo fianco ha Cinquegrana e Mileto. A centrocampo i due laterali sono Trentinella e Fragapane , con Emmanouil e Di Battista i centrali. A supporto dell’unica punta Corado ci sono i giovani Principi e Rodi. Classico 4-3-3 per il Dattilo di Chianetta che schiera in porta Giappone; retroguardia difensiva, da sinistra a destra, composta da Rallo, Nigro, Baiata e Benivegna. Come vertice basso della mediana c’è Sekkoum, le due mezzali sono Lupo e Bellinghieri. Il tridente offensivo vede Testa, Manfrè e Terranova.

CRONACA:

Sotto un cielo plumbeo di inizio autunno rossoneri e bianco verdi si affrontano per contendersi i primi tre punti dopo più di sette mesi di lontananza dal terreno di gioco. L’atmosfera che accompagna le due squadre in campo, allo stadio “Mimmo Rende” della città del Pollino, è spettrale: tribune quasi completamente vuote, accesso consentito soltanto agli addetti ai lavori. Per limitare la diffusione del Covid-19 la LND ha deciso, per ora, di impedire il riempimento degli impianti sportivi del 25% della capienza totale. L’assenza del pubblico di casa non danneggia il Castrovillari di Ivan Franceschini, che già al quarto minuto si fa vedere dalle parti di Giappone con il destro debole di Trentinella su cross di Fragapane. Sessanta secondi più tardi Manes colpisce di testa ma viene ostacolato regolarmente dalla difesa in maglia total green. I rossoneri insistono alla ricerca del vantaggio e al quattordicesimo Rodi con un’iniziativa personale dalla sinistra spara alto sopra la trasversale della porta ospite. Imbrigliata nella ragnatela tesa da Franceschini la compagine siciliana non riesce ad avanzare e al diciottesimo l’altro trequartista a supporto dell’argentino Corado, Rodi, con il mancino non centra lo specchio. Verso la fine della prima frazione (39°) il Dattilo sfrutta un posizionamento maldestro della retroguardia dei lupi o per distendersi in contropiede ed arrivare alla conclusione con Terranova: Rizzitano blocca senza affanni. Come un fulmine a ciel sereno, in avvio di ripresa, giunge il vantaggio dei siciliani. Fragapane atterra in area di rigore Terranova: senza indugi l’arbitro assegna il penalty. Dagli undici metri Testa spiazza Rizzitano che battezza l’angolo opposto. La reazione del Castrovillari è repentina: traversone basso di Trentinella ma Corado non impatta la sfera che andava soltanto appoggiata dentro. Franceschini prova a smuovere le acque inserendo l’attaccante Solinas, in luogo di Trentinella, e il classe 2001 Buccino che prende il posto di Rodi. Proprio dal corner battuto dal neo entrato Solinas all’85’ i lupi del Pollino agguantano l’1-1: la parabola del classe ’96 è arcuata ma perfetta per lo stacco aereo dell’argentino Corado che insacca alle spalle di Giappone. Poco dopo un brivido gelido percorre la schiena dei padroni di casa perché Palermo, subentrato a Terranova, conclude col destro e centra lo stinco di un Rizzitano che si trova la palla lì avendo la visuale oscurata da un groviglio di calciatori. Nei quattro minuti di recupero la stanchezza subentra e la gara termina senza ulteriori sussulti.

TABELLINO:

Castrovillari (3-4-2-1): Rizzitano; Cinquegrana (37' st Sapone), Manes, MIleto; Trentinella (19' st Solinas), Emmanouil, Di Battista, Fragapane; Principi, Rodi (19' st Buccini); Corado; A disp: Zagari, De Caro, Camilleri, Pietrangeli, Terranova, Pardo; All: Franceschini; 

Dattilo (4-3-3): Giappone; Rallo, Nigro, Baiata, Benivegna; Lupo, Sekkoum, Bellinghieri; Testa (28' st Bonfiglio), Manfrè, Terranova (36' st Palermo); A disp: Cipro, Cicala, Provenzano, Fragapane, Doda, Girgenti, Said; All: Chianetta;

Arbitro: Sig. Gandino di Alessandria;

Note: ammoniti Giappone, Bellinghieri, (D), Cinquegrana (C).