Il Città di Sant'Agata mette la settima: la doppietta di Tripicchio inguaia il Castrovillari

01.04.2021 21:00 di Fabrizio Frasca   Vedi letture
Il Città di Sant'Agata mette la settima: la doppietta di Tripicchio inguaia il Castrovillari
© foto di ACD Città di Sant'Agata 1980

Settimo risultato utile consecutivo per il Città di Sant'Agata che trionfa per 2-1 contro il Castrovillari nello scontro diretto per la salvezza. Basta la doppietta di un favoloso Tripicchio: conclusione a giro di pregevole fattura al 20' e girata al volo di destro al 52'. A nulla è servita la prima segnatura di Puntoriere con i Lupi.

PRIMO TEMPO

Si fa vedere subito il Castrovillari che centoventi secondi dopo il fischio d’inizio va alla conclusione con Ielo. Il destro dell’esterno è centrale e debole, attento Ferrara a coprire il primo palo. È questo ciò che chiede, infatti, mister Terranova ai suoi: aggredire alto e ostruire la manovra dal basso dei siciliani, i quali non perdono fra le mura amiche dal 7 febbraio sconfitti 0-1 dal Licata e sono in feed positivo da sei giornate consecutive. Non idilliaca, invece, la situazione dei Lupi del Pollino ai quali serve necessariamente la vittoria. Dopo una partenza a rilento il Città di Sant’Agata sale in cattedra prima con il break di Caruso (16') - conclusione dalla distanza di poco sopra la trasversale della porta difesa da Rizzitano - e successivamente (18') con Tripicchio - mancino a giro velenoso sul quale l’estremo difensore deve fare gli straordinari - L’attaccante biancazzurro flirta con il gol del vantaggio e al 20' gonfia la rete con un tiro a giro magistrale; non può nulla, questa volta, Rizzitano. Si complicano così le cose per i rossoneri che hanno di fronte una montagna da scalare. Al 35' Puntoriere prova a scuotere la sua compagine calciando dalla distanza e per poco non beffa Ferrara, il quale non vede partire la sfera e in due tempi si rifugia in corner. Lo stesso estremo difensore evita di cominciare l’azione dal basso lanciando in avanti nel tentativo di trovare la sponda di capitan Cicirello e far partire l'azione. Se il Città di Sant’Agata fin qui è apparso più motivato e grintoso, il Castrovillari al netto del blitz nei primi minuti e del destro di Puntoriere sembra senz’anima e con poche idee offensive; certo, i biancazzurri non hanno concesso nulla in fase difensiva otturando bene le linee di passaggio ma se vuoi mantenere la categoria gli scontri con le dirette concorrenti deve obbligatoriamente vincerli. Dopo un minuti di recupero si va negli spogliatoi a prendere un tè caldo sul risultato di 1-0.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia con gli stessi 22 del primo tempo e il canovaccio del match non muta: Città di Sant’Agata in avanti mentre il Castrovillari è frastornato e in balia totale dell’avversaria. Infatti al 52' i siciliani costruiscono la chance per mettere in cassaforte i tre punti. Dalla destra Cicirello crossa al centro per Tripicchio che ha tutto il tempo di coordinarsi e battere al volo il portiere ospite. Troppa libertà lasciata al centravanti ex Cittanova che si infila tra le maglie difensive rossonere e firma la doppietta. Dieci giri di lancetta dopo come un fulmine a ciel sereno accorcia le distanze la squadra ospite grazie alla zuccata vincente di Puntoriere (60') al suo primo gol con la casacca castrovillarese. Traversone teso e preciso di Rodi a pescare proprio il numero 91 che da pochi passi non può fallire. Rinvigorita dalla rete la compagine di Terranova sembra aver trovato un po' di coraggio in più quantomeno per agguantare il pareggio. Era però solo una fiammata momentanea durata pochi minuti perché il pallino del gioco lo riprende la formazione locale che al 75' con Gallo ha l’opportunità di calare il tris ma la sfera si spegne sull’esterno della rete. A cinque dal triplice fischio i Lupi ottengono un trittico di calci d’angolo non sfruttati a dovere in virtù delle marcature strette degli uomini di Giampà. Dopo un lungo recupero dovuto anche all’espulsioni di Costa e Manes si conclude la gara tra Città di Sant’Agata e Castrovillari con il risultato di 2-1.