Castrovillari, schiantato con il risultato di 3-1 il Marina di Ragusa

18.04.2021 18:00 di Fabrizio Frasca   Vedi letture
Castrovillari, schiantato con il risultato di 3-1 il Marina di Ragusa
© foto di Michele Martinisi

Una vittoria di carattere quella del Castrovillari che nella 27ª giornata schianta il Marina di Ragusa per 3-1 e in virtù dei risultati negativi delle avversarie per la salvezza si piazza in tredicesima posizione a meno uno dalla zona verde. Ad indirizzare il match sul binario dei tre punti ci pensa la doppietta di Bonanno e il primo gol in maglia rossonera di Lautaro Fernandez. Ininfluente la segnatura di Mistretta segnando il penalty guadagnatosi per irregolarità di Emmanouil.

PRIMO TEMPO:

La tensione nell’atmosfera, resa cupa dalla presenza di nuvole che minacciano pioggia, si percepisce nettamente: le due squadre sanno che questo scontro è cruciale per la lotta salvezza; potremmo definirlo quasi come un play-out anticipato vista la posizione in graduatoria. Nonostante ciò, però, entrambe le compagini optano per un 3-5-2 di copertura. La prima opportunità potenziale è di marca rossonera con Emmanouil che sventaglia per l’inserimento a fari spenti di Greco (5'); l’esterno sinistro a ridosso dell’area piccola di rigore non riesce a servire con precisione il suo compagno appostato al centro. Dal corner che ne consegue il Castrovillari non sfonda al primo tentativo ma al secondo. Tuninetti crossa per Puntoriere (7') il quale scaglia una bordata di destro trovando la pronta opposizione di Pellegrino. Non si fa attendere la risposta dei siciliani firmata da Puglisi al 10' ma Stagkos è attento. I Lupi del Pollino archiviato lo spavento aumentano i giri del motore, guadagnano metri e schiacciano nella propria metà campo il Marina di Ragusa. Questo predomino territoriale si tramuta in palla gol quando il calcio d’angolo di Bonanno pesca in area capitan Manes (18');  il centrale locale prende l’ascensore, sale al terzo piano e impatta di testa ottimamente ma deve fare i conti con un super intervento di Pellegrino. I rossoblu dal canto loro rimangono compatti poiché hanno impostato un match incentrato sul contropiede al fine di sfruttare la velocità di Baldeh; questa tattica però fin qui non si è notata soprattutto per merito del perfetto posizionamento in difesa della retroguardia rossonera. Del tentennamento degli ospiti ne approfitta la squadra allenata da Terranova che in due minuti, dal 29' al 31', crea altre due occasioni. Prima nuovamente con lo stacco di testa di Manes, centrale la conclusione; e successivamente con Puntoriere. Data la mole di gioco creata fino al 35' la rete dell'1-0 è una logica conseguenza, quasi per inerzia giunge. La firma indelebile porta il nome di Bonanno: l’attaccante dei rossoneri insacca con un preciso colpo di testa su pennellata di Puntoriere. Impotente in questo frangente l’estremo difensore ospite. Si va quindi negli spogliatoi senza recupero con il risultato di 1-0 in favore del Castrovillari.

SECONDO TEMPO:

Mister Nigro cerca di dare una scossa ai suoi e all’alba della ripresa sostituisce Orlando e Manfrè inserendo Tripoli e Basualdo. Niente movimenti sulla panchina di Terranova, soddisfatto nettamente dalla prova dei suoi ragazzi. Alla luce di questi cambi sembra essere mutato l’atteggiamento dei rossoblu che per forza di cose devono scoprirsi se vogliono offendere un Castrovillari impeccabile in fase difensiva: la linea a cinque comandata da Manes non ha concesso alcun varco agli attaccanti avversari. Dopo 20 minuti di nulla cosmico nei quali le squadre hanno provato a contendersi la diatriba a centrocampo c’è il break del Marina di Ragusa con Baldeh che conclude in maniera sbilenca senza inquadrare lo specchio della porta (62'). Ciò non intimorisce i Lupi del Pollino che affondano il colpo del ko al 74' raddoppiando. Contropiede letale finalizzato da Bonanno con un tracciante mancino imprendibile dal limite dell’area. Demolita psicologicamente la compagine siciliana si lascia infilare dieci giri di lancetta dopo da Lautaro Fernandez - subentrato al dolorante Puntoriere - che mette a segno la sua prima rete con la casacca rossonera: la conclusione di destro dell’argentino bacia il montante alla sinistra di Pellegrino e termina in fondo al sacco. Ad addolcire un po' una sconfitta pesantissima ci pensa Mistretta trasformando il penalty da lui conquistato.