Fanfulla: grande successo per la "Notte del Guerriero"

27.09.2019 18:30 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Fonte: Pagine Facebook Fanfulla
Rosa Fanfulla 2019/20
Rosa Fanfulla 2019/20

Spalti gremiti, almeno 500 persone nella sola tribuna centrale, più di 200 bambini tra settore di base ed agonistico festanti in campo: è stata un vero e proprio successo “La notte del Guerriero”, la serata targata Fanfulla tenutasi questa sera alla Dossenina. Ad aprire la kermesse il presentatore di serata, Pino Lo Forte che ha introdotto il primo ospite, il vicesindaco di Lodi Lorenzo Maggi, sempre disponibile a partecipare alle iniziative del Guerriero.

Tutto questo entusiasmo va a spiegare il perché il Fanfulla è tornato grande. Tutto ciò a mio avviso risponde ad un solo cognome, Barbati: ci confrontiamo con tantissime realtà, sportive e non, ma un interlocutore come lui, con la sua passione e voglia di fare, non è sicuramente cosa da tutti i giorni. Voglio ricordare poi un’altra figura importante che si stava per perdere la scorsa stagione, mister Ciceri, che fortunatamente però è rimasto”. Uno sguardo al presente, ma anche uno al passato lanciato da Attilio Poli, presidente del Club Fanfulla Fedelissimi.

Ai giovani dico: questa è la Dossenina, un campo glorioso pronto a festeggiare i suoi cento anni, ricordatevi quanto è importante quello che state facendo e dove siete. Ricordo ancora una delle prime partite che vidi, con mio padre contro la Juventus di Sivori. Ci sono stati poi tanti momenti difficili, belli, la Serie C, la D, ma ci siamo sempre rialzati”. Ovazione e cori invece per il presidente Luigi Barbati, che non ha nascosto la grande emozione per tutto il calore ricevuto.

“Un vero e proprio spettacolo vedere tutti voi qui questa sera. Io tutto quello che faccio lo faccio col cuore. Da 18 anni ricopro il ruolo di presidente e tutti i risultati che stiamo ottenendo non è solo merito mio, ma di tutta la squadra di collaboratori che mi affiancano con grande passione e dedizione”.

Dopo la consegna di cinque maglie utilizzate in Coppa Italia Tim ad Alumec, main sponsor in quella occasione, è stato il momento di tutte le squadre del settore di base chiamate a raccolta una alla volta a centrocampo per uno scatto con il presidente: Scuola Calcio, Pulcini 2011, 2010 e 2009, Esordienti 2008 e 2007 sono stati accolti insieme ad i loro allenatori dagli applausi scroscianti delle persone intervenute. L’introduzione del settore agonistico invece è toccata a Vittorio Sabbioni, responsabile tecnico proprio del settore agonistico.

Se tutto questo è possibile è anche grazie alle famiglie, a nonni, zii e genitori che fanno grandi sacrifici per costruire anche loro insieme a noi il Fanfulla insieme al presidente Barbati, una persona con grande voglia di fare ed investire per questa società, anche nel settore giovanile che vogliamo riportare dove gli compete”.

E per farlo per questa stagione la società, per il settore giovanile, ha sposato il progetto proposto da Lab70, team di psicologi che seguirà i piccoli giocatori, gli allenatori ed i genitori. A guidare il tutto il Dott. Stefano Pozzoli.

“Nello sport è importante sempre più l’aspetto psicologico, la serenità: noi lavoreremo proprio su questo, per avere un percorso di benessere”.

Dopo l’ingresso di Giovanissimi 2006 e 2005 e Allievi 2004 e 2003, è arrivata la prima grande sorpresa di serata con la presentazione attesissima della nuova BMW Serie1, affiancata dalla Serie3 Touring, ospitata alla Dossenina grazie alla collaborazione con F.lli Carteni. L’altra ovazione di serata è toccata poi a mister Andrea Ciceri, vero idolo della tifoseria e anche di tutti i più piccoli.

“A chi ha capito dove si trova auguro il meglio. Per me questa è la ventunesima stagione al Fanfulla e so che questa maglia, questi colori, sono diversi da tutti gli altri. In società c’è chi oltre a me, come il direttore generale Virginio Gandini, il direttore tecnico Dario Acquali e il team manager Silvio Dellagiovanna, è stato giocatore del Fanfulla e conosce cosa vuol dire difendere questo campo e il Guerriero. Invito tutti voi a seguire le partite della prima squadra, perché quest’anno avete la dimostrazione tangibile di cosa voglia dire essere un esempio”.

E la grandezza di tutti i giocatori della prima squadra è già stata perfettamente capita da genitori e piccoli giocatori che, dopo aver accolto con un lungo applauso la Juniores Nazionale, ha tributato una standing ovation a tutti i giocatori agli ordini di mister Ciceri. Lo spettacolo però non è terminato con le foto di rito con gli sponsor che hanno partecipato con piacere alla serata, ma è proseguito sotto la curva dove gli Ultimi Guerrieri hanno intonato per più di dieci minuti cori con tutti i giocatori del Guerriero, non solo la prima squadra come d’abitudine al termine di ogni partita, ma anche con le selezioni giovanili. Perché questo è il Fanfulla, una grande famiglia in cui tutto e tutti sono i benvenuti. La società ringrazia sentitamente sponsor, addetti ai lavori e genitori che questa sera hanno partecipato a “La notte del Guerriero”.