ESCLUSIVA TSD - Caronnese, Mazzoleni: "Il nostro obiettivo è il terzo posto...abbiamo le qualità per vincerle tutte"

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
30.03.2019 14:15 di Luca Piludu   Vedi letture
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
ESCLUSIVA TSD - Caronnese, Mazzoleni: "Il nostro obiettivo è il terzo posto...abbiamo le qualità per vincerle tutte"

A seguito della sconfitta in trasferta della sua Caronnese ad opera della Virtus Bergamo nel turno infrasettimanale (recupero del match rinviato della 27^ giornata del girone B), il tecnico dei rossoblù Achille Mazzoleni ha parlato in esclusiva a TuttoSerieD. L'allenatore ha prima analizzato la partita andata in scena mercoledì al Carillo Pesenti Pigna di Alzano Lombardo e poi si è soffermato sul match di domenica prossima che attende i suoi sul campo dell'Ambrosiana, in piena lotta salvezza e a rischio retrocessione. I padroni di casa daranno il tutto per tutto fino alla fine per evitare i playout o la retrocessione diretta. Inoltre Mazzoleni ha stilato un bilancio generale sulla stagione disputata fin qui dalla sua squadra, senza tralasciare anche quelle che sono le sue aspirazioni per l'immediato futuro.

La sua Caronnese nel recupero subisce una sconfitta beffarda. La Virtus Bergamo vince allo scadere, tra le mura amiche, grazie a un clamoroso autogol di Costa. Mister, qual è la sua disamina della partita?

È vero, abbiamo perso, sia domenica scorsa sia mercoledì con la Virtus. Ma se analizzo le partite, domenica abbiamo visto una Caronnese dai due volti, bene il primo tempo e molto male nel secondo, mentre invece mercoledì abbiamo perso per un episodio sfortunato. Un errore, una disattenzione che nell’arco di questo campionato non avevamo mai commesso. Resta il fatto che non abbiamo raccolto punti e perso due grandi occasioni per farne.

Adesso, oltre a mettere nel mirino chi vi precede in classifica, vi dovete guardare anche alle spalle, per il ritorno in chiave playoff proprio della Virtus Bergamo. È un passo falso che vi ha ridimensionati? Sono per caso cambiati gli obiettivi della Caronnese dopo questo match oppure restano invariati?

Credo che dobbiamo essere realisti e sappiamo bene che Mantova e Como si giocheranno la vittoria del campionato fino all’ultimo. Noi siamo sì in un momento di leggera flessione, ma abbiamo l’obbligo di difendere un posto per i playoff. Visto che siamo a due punti dalla Pro Sesto e a quattro lunghezze dal Rezzato, sarebbe un vero peccato non provarci fino a che sarà possibile guadagnare una o due posizioni in classifica, anche perché i miei ragazzi per il campionato fatto fino ad ora meritano di giocare i playoff e di essere assoluti protagonisti.

Quali potrebbero essere le insidie maggiori per la Caronnese che si celano tra gli ultimi scampoli di questa stagione?

Le insidie maggiori, con tutto il rispetto per l'Ambrosiana, credo siano legate al nostro stato mentale e fisico. E non dimentichiamo che domenica giocheremo la terza partita in una settimana, per cui viste le due sconfitte consecutive dobbiamo fare un ulteriore sforzo per tentare di trasformare la delusione in rabbia agonistica e cercare così di portare a casa punti. Sembrerà una frase fatta, ma anche noi giocheremo col cosiddetto coltello tra i denti.

Il prossimo turno vi vede impegnati sul campo dell’Ambrosiana, che è penultima in classifica, però è pur sempre una trasferta lontana. Dovrete infatti andare a giocare in Veneto. Una gara ostica in chiave salvezza per loro, perché l’Ambrosiana gioca per raggiungere l’obiettivo di evitare i playout e di non retrocedere. Quali potrebbero essere per voi le difficoltà nell’affrontare questo match?

Abbiamo già provato sulla nostra pelle cosa vuol dire giocare con squadre immischiate nella lotta salvezza, come ad esempio il Ciserano. Siccome mancano poche partite alla fine del campionato, queste squadre ormai si giocano il tutto per tutto, ma lo stesso faremo anche noi andando lì a giocarci la nostra partita per tentare di vincerla. Quindi di scontato non c’è nulla.

Quali saranno le sue mosse tattiche e di formazione per tentare di espugnare il campo dell’Ambrosiana?

Non ci saranno mosse a sorpresa. Ho la fortuna di avere a disposizione giocatori con grandissime qualità tecniche e morali. Dopo sette mesi di lavoro possiamo adottare diverse soluzioni tattiche e anche cambiare qualche interprete, perché come detto sarà la terza partita in una settimana e forse nel campionato di Serie D questo è un aspetto non semplice da gestire.

Faccia un bilancio fin qui di questa stagione della Caronnese, com’è andata finora? E invece, visto che è in scadenza di contratto, quali sono i suoi progetti per il futuro?

Visto che siamo alla 28^ giornata e mancano solo sei partite credo sia meglio aspettare la fine per fare un bilancio. Tuttavia, se posso riprendere quanto già detto in precedenza, penso che se arrivassimo terzi dietro a Como e Mantova, sarebbe un grande traguardo. Viceversa, il quarto o quinto posto toglierebbero un po’ di valore all'ottimo campionato disputato finora. Per un bilancio ci sarà tempo, ma solo noi possiamo renderlo positivo o meno. Rispondo anche al tema rinnovo o meno con sincerità, come faccio sempre. Sono abituato a finire l’anno calcistico e poi solo dopo la fine prendo in considerazione le offerte che mi arrivano o arriveranno. Quindi rimando tutto, perché non sarebbe serio mentre sto allenando la Caronnese essere già l’allenatore di un’altra squadra. Non potrò mai essere credibile e quindi mi prendo tempo.

Mister, un'ultima domanda: due sconfitte consecutive per la Caronnese, non era mai successo prima d'ora in questo campionato. È sintomo di una leggera flessione oppure è dipeso dagli episodi?

Le due sconfitte consecutive credo siano un po’ frutto di tutte e due le cose, sia sintomo di una leggera flessione sia dovute agli episodi sfortunati. Ciononostante abbiamo le qualità anche per non perdere più nelle ultime sei gare, perché siamo la stessa squadra che nel girone d’andata, prima della partita persa a Como, ha raccolto sette vittorie e un pareggio consecutivi.