ESCLUSIVA TSD - Union Clodiense, ds Tonicello: "Mondo del calcio uguale a quello del lavoro: difficoltà economiche per tutti. Occorre una revisione della Serie D: ecco cosa penso. E sulla nostra stagione..."

04.05.2020 14:30 di Massimiliano Fina Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TSD - Union Clodiense, ds Tonicello: "Mondo del calcio uguale a quello del lavoro: difficoltà economiche per tutti. Occorre una revisione della Serie D: ecco cosa penso. E sulla nostra stagione..."

In un momento così particolare e doloroso che ha colpito la Nazione, non è facile parlare di calcio giocato: la Redazione di TuttoSerieD, ha intercettato uno dei protagonisti del Girone C, Roberto Tonicello, direttore sportivo dell'Union Clodiense Chioggia Sottomarina, per capire il suo punto di vista in merito a questa situazione: “Tristezza legata alla speranza e a fiducia legata al futuro: è chiaro che è successo qualcosa di epocale e bisogna ragionarci su, ma dobbiamo guardare avanti con la certezza che si possa risolvere questa situazione. Il nostro Paese deve risollevarsi anche da una situazione economica difficile nell’immediatezza”.

RIPRESA - “In qualsiasi caso, ci saranno felici e delusi. Noi accetteremo con grande serenità la decisione della Lega Calcio: se in questo momento si va alla cristallizzazione delle classifiche con la promozione delle prime e la riduzione delle retrocessioni a due unità, è una situazione accettabile e comprensibile. Però bisogna considerare anche un fattore nel nostro girone, visto che alcune squadre hanno partite in più, quindi almeno che venga considerata una classifica a pari partite disputate. Anche se una decisione in questo senso, è abbastanza complicata”.

STIPENDI - “In questa situazione tutti rischiamo e tutti ci rimetteremmo qualcosa: dallo staff tecnico ai calciatori. Il mondo calcio lo paragonerei al mondo del lavoro, qualsiasi tipo di attività in questo momento avrà delle difficoltà economiche importanti. Di conseguenza le società che vengono sponsorizzate da aziende che hanno il loro business legato al turismo, avranno grossi problemi… e di rimando anche i calciatori. Questa situazione andrebbe rivista in Serie D: continuo a pensare che si dovrebbe arrivare ad una defiscalizzazione e ad un aumento delle possibilità di detrazione fiscale per le società per dare maggiori tutele contrattualizzabili e più facilmente gestibili. Chi fa la D difficilmente può trovare un secondo lavoro e mantenere entrambi gli impegni: ci vuole più ordine!”.

BILANCIO STAGIONALE - “Abbastanza soddisfatti, c’è qualche rammarico per qualche punto buttato specie nel girone di ritorno. La prospettiva da quando si è fermato il campionato è molto positiva, potevamo sfruttare al meglio questa scia per il rush finale. Futuro? Il nostro presidente è ambizioso, e ha voglia di puntare ad un campionato di vertice il prossimo anno. Quando ci sarà l’ufficialità per questo campionato, ci siederemo a tavolino e vedremo di programmare la prossima stagione. Ma c’è un grande punto di domanda: ‘Quando inizierà la stagione futura…’”.

MESSAGGIO - “Ho sentito una bella intervista ad una radio locale ieri: mi ha fatto riflettere un passaggio. Sarebbe molto importante che la gente ritrovasse lo spirito dello stadio la domenica piuttosto che lo spirito della Pay-Tv, e questo sarebbe bellissimo per i tifosi che si riavvicinerebbero al calcio giocato e allo sport dal vivo. E questo sarebbe un modo per tornare a fare quella socialità che al momento ci manca. Tornate a vedere le partite del vostro paese e della vostra città: tornate a tifare i vostri colori, credo che oggi più che mai sia fondamentale l’apporto del pubblico per continuare questo sport”.

Ringraziamo Roberto Tonicello​​​​​ e l'ufficio stampa dell'Union Clodiense Chioggia Sottomarina per la disponibilità e cordialità mostrata ai nostri microfoni.