ESCLUSIVA TSD - Seregno: la cavalcata verso la Serie C prosegue nel segno di Bomber Danilo Alessandro. Angelo Rea: "Giocatore fantastico, un lusso anche per la C. Futuro? Ora testa alle ultime cinque gare, poi se ne parlerà..."

07.05.2021 23:00 di Marco Piccinni   vedi letture
Danilo Alessandro
Danilo Alessandro
© foto di Paolo Colzani ©️

Per il ritorno del Seregno Calcio in Serie C dopo circa 40 anni mancano solo cinque "finali", cinque gare che separano il team brianzolo da un traguardo storico e meritato, che potrebbe essere raggiunto anche prima del previsto, potendo già contare su un vantaggio "potenziale" di sei punti sulla diretta inseguitrice Fanfulla (ora a -9 dagli azzurri ma con una gara in meno).

Che il Presidente Davide Erba avesse costruito un'autentica "corazzata" era chiaro a tutti sin dagli albori di questa stagione e, nonostante qualche sporadico ma fisiologico passaggio a vuoto, gli Spartans hanno guardato le rivali dall'alto verso il basso per quasi tutto il campionato, prima con Mister Arnaldo Franzini in panchina e poi, da due mesi a questa parte, con il brasiliano Carlos França al timone della Prima Squadra.

A trascinare la formazione lombarda in cima al raggruppamento B di Quarta Serie ci ha pensato Bomber Danilo Alessandro, attaccante capitolino classe 1988, autore sin qui di ben 20 reti e 5 assist in 28 presenze complessive. Un rendimento sensazionale quello del 32enne ex centravanti di Campobasso, Benevento, Cesena, Grosseto e Casertana tra le tante altre, decisivo come nessun altro in questa categoria, autore di quasi il 50% dei gol della sua squadra e protagonista di un poker, di tre doppiette e di una quantità innumerevole di giocate da stropicciare gli occhi.

Il suo nome compare, come di consuetudine, nella "lista dei desideri" dei più importanti e ambiziosi club di Serie C e D ben prima che la stagione volga al termine e non sarà semplice per il Seregno trattenere in organico, anche in caso di promozione, questo giocatore dal peso specifico incalcolabile.

Per conoscere più approfonditamente quali possano essere le strategie e le prospettive di mercato immediate e future di Alessandro, la Redazione di TuttoSerieD ha voluto contattare Angelo Rea, ex calciatore professionista e operatore di mercato che cura gli interessi, fra gli altri, dell'attaccante romano ma anche dei suoi compagni in azzurro, Giovanni Ricciardo e Stefano Bonaiti.

Signor Rea, parliamo di un Danilo Alessandro capace di rendersi protagonista di una stagione praticamente perfetta. Possiamo definirlo il vero punto di forza di questo Seregno?

Danilo ormai è una garanzia sotto tutti i punti di vista, un giocatore che ha raggiunto la definitiva maturazione personale e tecnica. A mio avviso rappresenta un lusso sia per la Serie D sia per la C e sono convinto che potrebbe dire la sua anche in Serie B. E' innegabile che stia trascinando il Seregno alla promozione a suon di gol e di prestazioni di assoluto spessore, facendo valere le sue qualità da leader. Il campionato è ancora aperto, lui sta svolgendo il suo compito in maniera egregia assieme a tutta la squadra. Mancano cinque finali e si tireranno le somme alla fine, ma sono molto contento di quello che ha fatto finora, così come lo sono di Giovanni Ricciardo e di Stefano Bonaiti, altri due giocatori importanti che stanno contribuendo in modo determinante a questa splendida cavalcata.

Per Alessandro sono 20 gol in 28 presenze, 49 centri in 88 gare disputate nelle ultime due stagioni e mezza di Serie D. Numeri da capogiro che lo hanno catapultato, ancora una volta, nel mirino di tanti club prestigiosi anche di categoria superiore. Ci conferma che sono già arrivate diverse richieste per lui in vista della prossima stagione?

Francamente è difficile parlare di questo adesso e non ci si deve nemmeno pensare. Danilo e i suoi compagni devono concentrarsi appieno per vincere questo campionato e poi, con calma e a tempo debito, decideremo assieme il futuro, facendo le opportune valutazioni. Di sicuro posso dire che gli estimatori non mancano ma il primo passaggio lo faremo certamente con il Seregno, per capire se vorranno continuare il proficuo percorso intrapreso la scorsa estate, dopodiché ci muoveremo di conseguenza.

Più in generale, come pensa andrà a delinearsi il calciomercato post-Covid in Serie C e D?

Il momento storico che stiamo vivendo da più di un anno continua a rappresentare un'incognita per tutti, a prescindere dal settore di riferimento. Penso che il prossimo calciomercato risentirà ancora degli effetti devastanti della pandemia e che bisognerà fare i conti con diverse problematiche e con un inevitabile ridimensionamento degli investimenti, specie in Serie C. Sono certo che in Terza Serie si andrà incontro almeno a 4-5 anni di contrazione dei costi, mentre in Serie D il prossimo anno ci saranno tantissime squadre dall'enorme blasone e i giocatori più importanti e ricercati continueranno ad essere richiesti e contrattati esattamente come negli anni scorsi. Tra poche settimane entreremo nel vivo della sessione estiva e si prospetta un mercato intenso e movimentato sin dalle prime battute.

La Redazione di TuttoSerieD ringrazia Angelo Rea per la disponibilità concessa e per la consueta cortesia dimostrata.