EDITORIALE TSD - Le Grandi Deluse di questo avvio di campionato...tra partenze in ritardo, cambi di panchina in corso d'opera e posizioni in classifica inaspettate!

SEGUI TUTTOSERIED.COM, IL PRIMO SITO DEDICATO ALLA SERIE D. PORTALE DEL NETWORK TUTTOMERCATOWEB
02.10.2019 11:45 di Massimiliano Fina   Vedi letture
EDITORIALE TSD -  Le Grandi Deluse di questo avvio di campionato...tra partenze in ritardo, cambi di panchina in corso d'opera e posizioni in classifica inaspettate!

I primi esoneri, alcune panchine traballanti, tante sorprese e alcune delusioni. Le prime cinque/sei giornate di campionato sono andate in archivio, per tutti i Nove Gironi del Campionato di Serie D. E non possiamo certo trarre bilanci dopo 450 minuti di gioco. Ma qualche indicazione sulla stagione che dobbiamo aspettarci, girone per girone, possiamo iniziare a trarla. Sognare sì, ma solo con una base solida su cui poggiarsi. Tanti i progetti iniziali, molti i giocatori di livello acquisiti...eppure non solo con i nomi di prestigio si vincono i campionati!

GIRONE A - Due le squadre selezionate in questo raggruppamento: parliamo di Lucchese e Savona. Dai rossoneri ci si aspettava un inizio ben diverso: 0 vittorie in 5 gare sono un dato piuttosto preoccupante, nonostante un importante allestimento della rosa e una partenza in ritardo, ma questo non è un alibi. La vera delusione del Girone A è il Savona: 4 punti in 4 partite, per gli investimenti fatti in estate, sono un cammino preoccupante. Ora la panchina di Mister Siciliano è letteralmente in bilico: la prossima partita, Savona-Fezzanese, che si giocherà questo pomeriggio, sarà sicuramente decisiva.

GIRONE B -  Anche in questo Girone, potenzialmente sono due quelle che stanno letteralmente faticando in questo inizio di stagione: partiamo dalla Virtus CiseranoBergamo, un successo in 6 gare e -10 dalla testa della classifica. E' un risultato abbastanza incredibile per la squadra che hanno a disposizione. Ma la grande delusione è il Milano City: dopo le dimissioni di Fulvio Fiorin, la situazione non è cambiata con Francesco Passiatore. In generale, 3 punti in 6 gare e il penultimo posto in classifica sono assurdi, tenendo presente che le aspettative erano ben altre!

GIRONE C - Spiccano Mestre Delta Porto Tolle, rispettivamente Tredicesima e Diciottesima forza del campionato. La prima a sei punti con una sola vittoria conquistata, con la seconda, invece, con un punto in meno, ma costruita per ambire almeno alla parte alta della classifica.

GIRONE D - Forlì e Vigor Carpaneto su tutte. Inizio da dimenticare per i ragazzi di Massimo Paci, 5 punti in altrettante gare con solo una vittoria, sono un bottino misero per una formazione che ha altre ambizioni in questo Girone. Ma la ciliegina sulla torta...in negativo, va alla Vigor Carpaneto di Adailton. Nessun successo e seconda peggior difesa del torneo. Ci si aspettava sicuramente un inizio ben diverso dall'ex calciatore del Bologna, al momento la panchina non traballa, ma urge un cambio di rotta istantaneo, già dal prossimo turno!

GIRONE E - Follonica Gavorrano, Aquila Montevarchi e Tuttocuoio...dove la medaglia d'oro va proprio a questi ultimi: 5 sconfitte in altrettante gare giocate e ultimo posto in classifica. Situazione che ha dell'incredibile, e un ambiente che fatica a crederci per un inizio così complicato. Il Follonica Gavorrano, invece, ha investito tanto sul mercato, prendendo giocatori del calibro di Brega: delusione a metà questa...ci aspettavamo sicuramente qualche punticino in più. Pesano come un macigno le 3 sconfitte dell'Aquila Montevarchi, club ambizioso che in questa stagione cercava conferme nelle zone alte della classifica, dopo l'ottima annata scorsa, e invece? Partenza a rilento e dodicesima posizione.

GIRONE F - Malissimo l'Avezzano: disastrosa partenza per i biancoverdi. 4 punti in 5 giornate di campionato. Ma dopo l'esonero di Mister Mecomonaco qualcosa sembra essersi aggiustata...infatti è arrivata la prima vittoria stagionale. Parliamo, poi, di delusione a metà per Campobasso e Vastese, da cui ci si aspettava sicuramente di più, soprattutto dai Lupi, una squadra costruita per sbaragliare la concorrenza e vincere il campionato. SN Notaresco e Recanatese, prime in classifica, distano al momento cinque lunghezze.

GIRONE G - La vera delusione è l'Arzachena: stesso discorso della Lucchese. Inizio in ritardo, 4 punti conquistati in 5 gare e ben tre sconfitte. Inizio difficile per la squadra del Presidente Volpi, che deve cercare una svolta immediata provando ad intervenire immediatamente sul mercato, cercando di rinforzare una squadra che non riesce ad ingranare.

GIRONE H - Partiamo dal Taranto: l’arrivo di Nicola Ragno in panchina, tecnico di grande esperienza e di ben altra categoria, avrebbe dovuto permettere ai rossoblù di fare quell’ultimo salto di qualità, necessario per spiccare il volo. Dapprima la battuta d'arresto in casa alla Prima Giornata, poi un exploit che ha visto, sul campo, guadagnarsi la scena con le tre vittorie consecutive su Casarano, Nardò e Grumentum Val D'Agri...e poi nuovamente una sconfitta, ancora in casa contro il Sorrento. Due stop su tre, tra le mura amiche, non sono numeri importanti per una squadra che ambisce alla promozione in C. Ma sicuramente l'allenatore molfettese saprà trovare la quadra e risollevare la squadra da questo momento difficile, anche perchè ha la piena fiducia dalla società. Solo il tempo ci dirà la verità...e questo conta molto di più! Servono un cambio di marcia e certezze. Due cose che finora sono mancate, ma delle quali adesso è impossibile fare a meno. Stesso discorso per l'Audace Cerignola, ma ancora di più per il Casarano. Due squadre che hanno speso tanto: i primi per un campionato di vertice, i secondi per puntare alle zone alte della classifica, ma al momento i 7 e i 6 punti rispettivamente conquistati, vedendo la qualità e i giocatori presenti, sono davvero pochi. La formazione di De Candia ha perso gli scontri diretti con Taranto, Audace Cerignola e Fidelis Andria...gli ofantini a loro volta sono stati fermati sul pari dai federiciani, e si sono arresi a Foggia e Brindisi. Ci si aspettava sicuramente di più: giocatori come Tiscione o Loiodice possono illuminare e spaccare la partita quando vogliono. Da ritoccare la freddezza sotto porta, ma per migliorare ci sarà tempo e per quel poco visto finora bisogna subito colmare questo gap. Anche perché, le avversarie corrono e non hanno intenzione di fermarsi qui. Chi ha colpito di più sono state sicuramente Brindisi, Gelbison e Gravina. Conclude l'elenco di deluse del Girone H l'FC Francavilla: partenza a rilento per i ragazzi di Lazic. 2 punti e 3 sconfitte in 5 gare sono un bottino molto deludente per una squadra che ha investito tanto sul mercato, anche se già da domenica scorsa una reazione positiva si è vista contro la Fidelis Andria.

GIRONE I -  L'aver affrontato il Palermo (per chi l'ha fatto) è stato un appuntamento con la storia. Chi avrebbe dovuto impensierire i rosanero di Mister Pergolizzi, almeno cercando di stare col fiato sul collo delle Aquile, sicuramente è l'ACR Messina: ma la gestione Cazzarò è stata fallimentare. Prime tre gare di campionato, 3 sconfitte con avversari leggermente inferiori come Troina, Acireale e San Tommaso...tenendo presente che i peloritani hanno acquisito 3 punti a tavolino proprio contro l'Acireale, per un errore del club granata. Cazzarò non ha avuto tutto il tempo che forse avrebbe meritato, e non ha dimostrato di poter dare gioco e identità ad una fuoriserie. Esonerare dopo tre giornate dovrebbe tagliare le gambe in partenza al progetto, ma con la cura Rando tutto è cambiato. Due vittorie in altrettante gare: l'allenatore è tornato così in panchina a sette anni dall’ultima avventura in Serie D, quando ha centrato il quarto posto con il Città Di Messina...magari ora l'obiettivo è cercare di migliorare il precedente risultato ed impensierire il più possibile il Palermo! Poi c'è il Marsala, soltanto tre punti e ben 4 sconfitte per la squadra di patron Cottone. Visti gli investimenti fatti in estate, ci si aspettava tutt'altra partenza, tenendo presente che l'anno scorso il club ha raggiunto la finale Play-Off. In squadra ci sono giocatori del calibro di Padulano, Balistreri, o Maiorano e sicuramente non è questa la classifica che ci saremmo aspettati dopo 5 giornate!

Siamo solo all'inizio...c'è tutto il tempo per rimediare, ma da alcune squadre ci si aspettava tutt'altro tipo di partenza!