EDITORIALE TSD - Bari, il primo sigillo dei De Laurentiis. Picerno in C, ha vinto la squadra più compatta. Che duello tra Pergolettese e Modena

18.04.2019 23:58 di Orazio Accomando Twitter:    Vedi letture
EDITORIALE TSD - Bari, il primo sigillo dei De Laurentiis. Picerno in C, ha vinto la squadra più compatta. Che duello tra Pergolettese e Modena

La storia è scritta, bastava solo il sigillo. Lo ha messo Simone Simeri, dal dischetto, con freddezza e lucidità, caratteristiche che hanno contrassegnato la stagione del Bari. Che torna tra i professionisti, e questa, a prescindere dalla fede e dalla professionalità, è una gran notizia per tutti. Perchè non è compito nostro parlare di giustizia o giustiziare chi ha sbagliato. Noi raccontiamo, al massimo ci permettiamo di commentare. E il commento è tutto a favore dei galletti. Della famiglia De Laurentiis, che in un solo anno è riuscita a conquistare il salto di categoria. A Napoli, seppur in C1, non fu così. E' il successo dei tifosi, quelli veri, quelli che non si sono mai allontanati dal San Nicola e se lo hanno fatto era solo per seguire la squadra in trasferta. Come a Troina, per festeggiare una vittoria meritata e conquistata sul campo. Perché il Bari ha mantenuto le attese, aveva la squadra più forte e ha vinto. Ma le partite vanno giocate in campo, è lì che si consuma il giudizio universale del mondo del pallone. E il campo non ha mentito. Nonostante una Turris che ha divertito e si è divertita. Ma contano i risultati e non il bel gioco. Juve (in serie A) docet. Ora serve programmare il futuro. I tempi ci sono. La società dovrà chiarire la guida tecnica, se tenere Cornacchini o puntare su altri profili. Bisognerà certamente mantenere i pilastri: Di Cesare, Simeri, Bolzoni, Floriano, Langella. Capitolo a parte per il Capitano, per l'eterno Ciccio Brienza. Dovrà decidere lui cosa fare in futuro, potere affidato ai grandi e lui, non solo per Bari, grande lo è. 

E poi c'è una favola chiamata Picerno. Nonostante una macchia da chiarire rappresentata dai presunti casi di violenza nel match contro il Taranto. Lo ripetiamo ancora: sarà la giustizia a fare il suo corso. I lucani sono in C con merito. Ha vinto la squadra più continua, ma non la favorita. Una squadra forte, con elementi di spicco che almeno sulla carta sembrava leggermente inferiore al Taranto. E invece i pugliesi, dopo il pareggio di oggi, sono rimasti a meno 10, con il Cerignola che non è riuscito a tenere il passo. Bella storia per tutta la Basilicata: il derby con il Potenza sarà storia per il centrosud Italia.

E poi? Ci sono Pergolettese e Modena che nel prossimo turno si giocheranno la serie C. Sconfitta inaspettata dei ragazzi di Contini a Carpenedolo che ha permesso ai canarini (vittoriosi in casa contro l'Adrese) si avvicinarsi alla vetta. Tre punti in più per la Pergolettese ma con lo scontro diretto che inevitabilmente dirà chi andrà in terza serie.