UFFICIALE - Sanremese scatenata, 4 Under alla corte di Bifini: Gennaro, Dragone, Pici e Ponzio

07.08.2020 18:00 di Massimiliano Fina Twitter:    Vedi letture
UFFICIALE - Sanremese scatenata, 4 Under alla corte di Bifini: Gennaro, Dragone, Pici e Ponzio

La Sanremese Calcio comunica di aver raggiunto l’accordo con quattro atleti Under che vestiranno la maglia biancoazzurra nella prossima stagione 2020/21: si tratta dei portieri Giorgio Gennaro ed Edoardo Dragone, entrambi classe 2002, e dei difensori classe 2001 Klajdi Pici e Marco Ponzio.

Giorgio Gennaro, nato a Carmagnola il 16 marzo 2002, è un estremo difensore molto promettente: è cresciuto nelle giovanili del Torino ed ha esperienze anche nel Chieri e nel Saluzzo. Giunge a Sanremo con la formula del prestito che sarà ratificato a partire dal primo settembre, come per tutti i calciatori che scendono nei dilettanti da un club professionistico.

Edoardo Dragone, invece, nato a Roma il 15 marzo 2002, cresciuto nel vivaio giallorosso, è maturato nella Berretti della Pianese che poi lo ha aggregato alla prima squadra in serie C. Anche lui ha ampi margini di miglioramento e talento da vendere.

Klajdi Pici e Marco Ponzio, infine, sono due difensori che hanno fatto parte della rosa matuziana di mister Ascoli nella scorsa stagione e che hanno meritato la riconferma. Il primo, nato a Borgomanero il 25 dicembre 2001, terzino destro, svincolato dal Cagliari, ha grande voglia di riscatto dopo l’infortunio rimediato in Nazionale Under 19 albanese che lo ha tenuto a lungo lontano dal terreno di gioco, prima dello stop dovuto al Covid.

Ponzio, nato a Collegno il 9 marzo 2001, di proprietà dell’Alessandria, terzino di fascia e all’occorrenza anche difensore centrale, torna in prestito (che sarà ratificato dopo il primo settembre) con la speranza di trovare sempre più spazio anche nella gestione Bifini.

Con l’arrivo dei due portieri 2002 Gennaro e Dragone e dei due difensori 2001 Pici e Ponzio l’organico biancoazzurro, in vista del raduno ormai imminente di lunedì 10 agosto, può dirsi praticamente definito.