UFFICIALE - Ostiamare, che colpo: ritorna in biancoviola il guerriero del centrocampo Cristian Bellini

21.01.2021 20:50 di Massimiliano Fina Twitter:    Vedi letture
UFFICIALE - Ostiamare, che colpo: ritorna in biancoviola il guerriero del centrocampo Cristian Bellini

L'As Ostiamare è lieta di annunciare il ritorno a casa, all'Anco Marzio, di Cristian Bellini, grintoso e determinato centrocampista classe '93, un prezioso innesto per la mediana lidense, figlio di Ostia e tifoso appassionato dell'Ostiamare: "E' una gioia grandissima per me tornare all'Ostiamare. Avevo detto che sarei tornato, ed eccomi qui, per dare il massimo per quesa maglia che amo. Ringrazio la Società Aranova, il Presidente e il Direttore, per i momenti brevi ma intensi e gioiosi vissuti con loro. Ostia è casa per me e sono davvero felice di ritrovare un gruppo fantastico".

E Cristian ritroverà ad Ostia tanti compagni, tanti amici, con i quali ha vissuto emozioni speciali dal 2015 al 2018 (prima di volgere verso il Nord, a Verbania, per poi tornare nel Lazio, a Tivoli, e infine ad Aranova, prima dello stop per l'emergenza covid), nei tre anni nei quali ha indossato la maglia biancoviola, dopo l'esperienza di crescita avuta nella scuola calcio: " Si. Ritrovo tanti amici, hai detto bene. A partire da Adriano D'Astolfo, un grande capitano. E ho notato, in queste ore, che anche questa nuova Ostiamare ha lo stesso spirito degli anni passati. E' un gruppo fantastico che può raggiungere traguardi importanti ".

Carico come non mai per questa nuova avventura lidense, Cristian Bellini ha avuto modo di conoscere il mister, Stefano De Angelis e il suo staff: "Impressioni davvero positive nelle prime battute. persona seria, preparata, e lavoratrice. E questo è molto importante, e rispecchia anche la mia natura. Sono pronto a mettermi a disposizione con grande voglia, e con grande entusiasm ".

In chiusura un pensiero agli ultras, che non possono seguire allo Stadio la squadra per via dell'emergenza covid: "So che è molto difficile per loro non essere vicini ai ragazzi, a cantare e a tifare. Ma spero che ci possano sempre supportare, nei limiti del possibile. Stateci vicino, che faremo di tutto per toglierci delle belle soddisfazioni. Li saluto con affetto, con loro rapporto speciale".